Archivi categoria: C-Book (Le recensioni di CSW)

Il vampiro di Venezia – Giada Trebeschi

C-BookLe recensioni (212)

IL VAMPIRO DI VENEZIA

Giada Trebeschi

(Oakmond Publishing)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Un romanzo storico, che s’ispira al mito dei masticatori di sudari. Una credenza popolare la quale vuole che in periodo di peste i cadaveri dei masticatori, riprendano vita cibandosi prima dei propri sudari e poi dei cadaveri seppelliti vicino a loro. Ma questo è solo l’inizio, una volta usciti dalle loro fosse i masticatori hanno bisogno di cibarsi di sangue come fonte di vita, e lo fanno vendicandosi di coloro che gli hanno fatto dei torti in vita. Una credenza ben radicata nella Venezia del 1576, falcidiata dalla peste. Giada Trebeschi s’ispira infatti a un fatto di cronaca, al ritrovamento della salma di una donna, durante degli scavi archeologici nel 2006/2008, con un mattone infilato in bocca. Partendo da questo presupposto da sfoggio della sua abilità di romanziera e storica, fondendo l’una nell’altra e dando origine a una storia magnificamente strutturata sia dal punto di vista narrativo che dal punto di vista della pertinenza storica. Un abile intreccio di trama come si addice ai più consumati giallisti, si aggiunge a una caratterizzazione dei personaggi che scorre sulle descrizioni delle loro emozioni. Perché i sentimenti e le paure sono una parte fondamentale di questa vicenda e fanno da collante fra scrittura e lettura. Una vicenda che fa presa sulle credenze delle diverse culture, com’era Venezia in quel periodo. Una forte influenza cristiana, che però non mancava di essere contaminata dalla presenza degli ebrei e dei mercanti mediorientali. A indagare sul ritrovamento del cadavere di un prete orribilmente assassinato, sarà il “Signore della notte al Criminàl” Orso Pisani, l’equivalente del moderno magistrato, che grazie alla sua logica scettica, stabilirà il nesso fra queste figure oscure e i macabri omicidi che si susseguono con un solo apparente responsabile. Ma ad affascinare il lettore come ho già detto non c’è solo una trama coinvolgente, ad essa si aggiungono personaggi come Adàmas un abile mercante di ogni mercanzia, come Diamante controversa e bellissima dama, come i fratelli Foscari, o come l’alchimista Nane Zenon. Tutti loro saranno coinvolti in questa caccia al vampiro, o forse è quello che qualcuno vuol far credere loro.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Storia, trama, intrigo e personaggi abilmente miscelati…

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 148

I masticatori di sudari. Per vendicarsi dei torti subiti in vita, tornano dai morti e succhiano il sangue delle loro vittime.”

cc CSide Writer – Marco Ischia

The Professor – Troll

C-BookLe recensioni (211)

THE PROFESSOR

Troll

Marzano-Corbetta-D’Antonio

(Erredi)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Nella serie a fumetti “The Professor” il gioco delle citazioni e dei tributi letterari è una sorta di regola. In questo numero non è diverso, e vengo inserite come sempre con accattivante abilità. Gli eventi portano il professor Benjamin Love sulle isole Orcadi per indagare sul misterioso naufragio del brigantino Prometheus sulle coste dell’isola di Hoy. I corpi dilaniati dell’equipaggio, le fattorie di bestiame dell’isola depredate da una misteriosa creatura che ne fa scempio. Tutto fa pensare a un mostro, e una volta tanto la verità non po’ essere più vicina a questa teoria. Non svelerò chi si nasconde dietro agli eventi efferati, basti sapere che ad accompagnare il professore ci sarà un certo Abraham Stocker, Bram per gli amici.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

I mostri spesso sono creati dall’uomo

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 65

Quando le risposte razionali vengono meno, per trovare soluzioni appropriate, bisogna porsi domande insensate”

cc CSide Writer – Marco Ischia

Dietro questo sipario – Enrico Luceri

C-BookLe recensioni (210)

DIETRO QUESTO SIPARIO

Enrico Luceri

(Damster)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Questo è un libro dal potere evocativo, le immagini prendono forma e iniziano a scorrere come in un film. Io l’ho letto senza sbirciare la trama senza sapere di cosa mi sarei trovato davanti, o meglio “dietro questo sipario”. La prima sensazione che ho avuto è che avesse qualcosa a che fare con Dario Argento, quando poi sono arrivato alla nota dell’autore ho capito che c’è molto di più. Si tratta dichiaratamente di un cameo, di un tributo plurimo. Le citazioni e gli spunti sono innumerevoli, e la sensazione di trovarsi in una sceneggiatura è palpabile. Enrico Luceri si conferma uno dei maestri del giallo classico, dimostrando una padronanza della materia che parte dalla passione, passa attraverso un’attenta conoscenza, e sfocia in una penna abile e intrigante. La vicenda è degna delle trame thriller con costanti punti di suspance, e trova come protagonista Patrizia, la titolare di un agenzia immobiliare. Un amore con Giorgio che è un continuo tira e molla, da un tempo che neppure lei è più in grado di definire. Ma l’ennesimo litigio, è solo il ripetersi di una situazione, è invece quello che accade quando resterà con l’auto in panne a cambiare completamente la sua vita, a mettere a rischio la sua vita. Dopo essere diventata la testimone oculare di un omicidio camuffato da suicidio, nessuno le crederà, perché niente è come sembra dietro il sipario della recitazione, dove ogni attore recita la propria parte, e dove i segreti e i bugiardi non si distinguono più.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Ho sempre adorato le citazioni che omaggiano, e questo è un libro che fa anche questo oltre che raccontare una bella storia

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 84

Ma il cinema è sogno o illusione e basta grattare la patina dorata con l’unghia per svelare una realtà sordida e disgustosa.”

Tratto da pag. 135

Sono sicuro che in questa storia i dettagli hanno la loro importanza e sottovalutarli può essere un grave errore.”

Tratto da pag. 221

Forse aveva lanciato il dado maldestramente, o forse era destino che tornasse più volte sulla stessa casella del gioco dell’oca.”

cc CSide Writer – Marco Ischia

So dove sei – Andrea Franco

C-BookLe recensioni (209)

SO DOVE SEI

Andrea Franco

(delos passport)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

So dove sei, se lo ripete Bastiano, il protagonista. Perché lui sa dov’è la sua “iubi” Mihaela, deve solo trovarla. Ma la Romania non è una terra facile in cui muoversi, neppure per uno abituato ai bassifondi romani, neppure per uno abituato alla gente che prima ti concia per le feste e poi ti chiede chi sei. Una storia di malavita, di quella senza etica e di quella che un’etica cerca d’imporsela. Una storia di cattivi cattivi e di cattivi buoni. Di Romeni e zingari, di traffici illeciti, di gente dalla pistola facile che anche quando parla non usa mezzi termini. Ma come dice il titolo è soprattutto la storia di una ricerca, in quella Romania, in quella Braşov che tanto gli ha descritto la ragazza di cui si è innamorato, ma forse non è solo lei che Bastiano sta cercando, quella che vuole è la sua rivincita.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

L’amore e la fiducia non sempre coincidono

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 27

a volte il modo migliore per passare inosservati è proprio dove tutti si aspetterebbero di trovarti”

cc CSide Writer – Marco Ischia

Baba Jaga – Oriana Ramunno

C-BookLe recensioni (208)

BABA JAGA

Oriana Ramunno

(delos Passport)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Questa storia parla di un luogo sperduto, eppure così vicino. Questa storia parla di un luogo reale, che a pensarci bene sembra uscito da un libro di spionaggio. Questa storia è una realtà che abbraccia uno dei luoghi della Terra fra i più controversi per quanto riguarda lo smaltimento nucleare. Questa storia racconta della penisola di Kola, in quella Russia al confine con la Scandinavia, un luogo che è diventato una sorta di cimitero galleggiante della gloriosa flotta del nord. Quella flotta che falce e martello sembrano aver dimenticato abbandonandola al proprio destino, senza sapere quale sia. Depredata, sfruttata, stuprata, dall’avidità di persone senza scrupoli per il commercio sul mercato nero di sostanze radioattive. Eppure quando questo destino intrappolato dal freddo pungente delle latitudini polari, incontra il cuore di una figlia, tutto assume un senso ancor più malinconico. La morte, non troppo misteriosa di un padre, la ricerca di una verità che passa attraverso il dolore di parole non dette, che passa attraverso i ricordi di una bambina. E quando si ricorda di quando siamo stati piccoli, a volte, i ricordi sono la vera risposta alle nostre domande.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Nelle fiabe spesso è il finale quello che conta

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 27

Europa e Russia non troveranno mai un accordo ragionevole sulla penisola di Kola”

cc CSide Writer – Marco Ischia

Sbiadire – Paolo Gamerro

C-BookLe recensioni (207)

SBIADIRE

Paolo Gamerro

(Augh!)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Bella zio, questo libro spacca, è molto brass monkey funkey monkey, è anche sexy e funky monkey junkie, roba da strafichi molto grunge, che sicuramente avrà un sacco di follower, una roba del tipo che abbaglia, che ti ci vogliono i wayfarer da sole neri, per sopportarne la luce. Il protagonista è uno troppo giusto, uno scrittore tormentato e maledetto, uno che legge Céline. Uno che ha scritto il libro della vita, che gli cambierà la vita. Perché lui non è mica uno sfigato qualsiasi, lui ha più di cinquemila contatti su Facebook, e poi Twitter, instagram, snapchat, e quando posta qualcosa i like arrivano perché lui è uno che avrà successo appena il suo romanzo d’esordio uscirà. E’ un libro che pompa a palla, che spacca il cuxo di brutto e si fotte le fixxe alla grande (non ce l’ho fatta, alla fine ho messo le xx, ma nel libro non ci sono) “Autodafé X” spacca e appena sarà nelle librerie gli cambierà la vita. Con una scrittura senza sottintesi, Paolo Gamerro traccia il profilo disadattato di un aspirante scrittore convito di avere in mano l’opera che gli cambierà la vita. Una parodia avvolta nel disagio dei social tweet, dove il successo sembra essere scandito dalle apparenze dei numeri di follower che si riescono ad ottenere. Una parodia del mondo editoriale, a cavallo delle lusinghe delle EAP alle quali il protagonista sembra essere assuefatto. Ma quando tutto è effimero come la rete fatta di 1 e 0, farla crollare è più semplice di quanto possa sembrare, ma non per questo meno disastroso.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Duro, crudo, esagerato…

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 9

Let’s keep the party rollin’ ”

cc CSide Writer – Marco Ischia

I quattro regni – Pietro Tulipano

C-BookLe recensioni (206)

I QUATTRO REGNI

Pietro Tulipano

(Astro Edizioni)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la trama)

Gli orchi, antichi nemici degli uomini, nani ed elfi, stanno effettuando una corsa agli armamenti. Il re, allarmato, cerca alleati, i quali nominano un’ambasciata composta dai loro guerrieri più abili e fidati e da uno dei paladini, saggi guerrieri custodi della pace. Tra loro ci sarà anche un abile cacciatore dal passato misterioso, appartenente a un’antica razza ormai quasi del tutto estinta. Con il benestare del re degli uomini, si aggiungerà alla spedizione anche una giovane ragazza, Aisling, figlia di un nobile generale del regno.

Intanto Déltan, un giovane contadino orfano di padre, conduce la sua esistenza tranquilla in una piccola città del regno, sognando un giorno di esplorare il mondo. Una sera la sua città viene attaccata da mostruose creature anfibie. I cittadini e i soldati resistono all’attacco, ma buona parte della città è data alle fiamme. Déltan non riesce a salvare sua madre e il giorno seguente decide di unirsi all’ambasciata di Aisling.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Un ottimo esordio per un giovane scrittore di cui sentiremo sicuramente parlare

Oltre il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 164:

Ricorda però che chi vince un conflitto ha anche la possibilità di imporre la propria visione delle cose, la propria interpretazione del corso degli eventi. La maggior parte degli uomini, dei nani e degli elfi è soddisfatta di come si siano svolte le cose una volta terminata la guerra, tuttavia dubito che gli orchi la pensino allo stesso modo. Purtroppo è mancata la saggezza per tentare di costruire un nuovo equilibrio che fosse armonioso e disteso e oggi rischiamo di pagarne il prezzo.»

cc CSide Writer – Elisa Costa