Io scrivo per voi – AA.VV.

C-BookLe recensioni (143)

 IO SCRIVO PER VOI

AA.VV.

(#ioscrivopervoi)

Il lato A (la copertina)

14305224_398422943614665_4945663816196122038_o

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Non c’è nessuna trama se non quella che spiega la nascita di questo progetto e per farlo vi riproproniamo il comunicato stampa in forma integrale, ma anche un estratto:

A poche ore dal terremoto che il 24 agosto 2016 ha devastato il centro Italia, Andrea Franco, scrittore entusiasta e caparbio, ha dato il via a un’iniziativa importante. L’ideatore ha infatti messo in moto una macchina incredibile attraverso la raccolta di racconti cercando l’adesione di autori provenienti da tutta Italia, per realizzare un ebook collettivo;”

Ma quale può essere lo scopo di un libro oltre a quello di essere letto?

Il ricavato proveniente dalle vendite sarà interamente destinato alle popolazioni colpite dal terremoto.”

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Leggete, donate, ma sopratutto condividete e divulgate questa iniziativa

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto dall’introduzione di Andrea Franco

Ora è il momento di andare a ricostruire. Senza dimenticare.”

Il comunicato stampa ufficiale

14289797_400098560113770_7683529476506466298_o

cc CSide Writer – Marco Ischia

L’abbazia dei cento inganni – Marcello Simoni

C-BookLe recensioni (142)

 

L’ABBAZIA DEI CENTO INGANNI

Marcello Simoni

(Newton Compton)

Il lato A (la copertina)

labbazia-dei-cento-inganni

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Quando si arriva al termine di una trilogia non è facile trovare le parole giuste, è come quando si termina un lungo viaggio in compagnia di persone che hai imparato a conoscere un poco alla volta. Riuscire a chiudere l’ultima pagina sapendo che non li rivedrai più ti lascia con una sensazione strana, ma sopratutto con la consapevolezza che hai vissuto una grande esperienza. In questo ultimo capitolo del “Codice Millenarius Saga” è inutile dire che molti nodi vengono al pettine, che le vicende di Maynard de Rocheblanche, troveranno il loro giusto epilogo. Come sempre la scrittura di Marcello Simoni narra e coinvolge in maniera sopraffina, e le vicende di dame e cavalieri, di segreti, di poteri politici, economici ed ecclesiastici, sono solo un contorno alle passioni che riesce a far vivere a ognuno che lascia scorre gli occhi sulle parole impresse nei suoi libri.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Scoprire come va a finire è sempre una gran bella sensazione

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 69

Una volta un amico mi disse che i giuramenti non sono fatti per gli uomini d’onore, poiché li spingono a commettere follie.

Tratto da pag. 360

Alla fine dei conti importa soltanto come si è vissuto, e come certe idee continuino a vivere dentro di noi.

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

C-Incontri – le interviste – Alessandro Berselli

C-Incontri  Le interviste (73)

festival gg Riva   Layout 1

Oggi su CSide Writer, ospitiamo lo scrittore Alessandro Berselli, dopo averlo incontrato fisicamente nell’ambito di una serata legata al Festival Giallo Garda, e dopo aver passato un pomeriggio con lui a chiacchierare di libri e di scrittura, lo incontriamo virtualmente nel salotto di CSide Writer per continuare a chiacchierare di scrittura, del suo libro “Kamasutra Kevin” davanti a qualcosa da bere.

CSW: Ciao Alessandro, benvenuto su CSide Writer, mentre ti accomodi sul nostro divano trasformato solo per oggi a forma di K in onore di Kevin, posso offriti qualcosa da bere dal nostro bar virtuale?

AB: Negroni, grazie. Poco ghiaccio. La conosci quella biondina in fondo che sta parlando con la barista?

CSW: Kamasutra Kevin, è un libro dalla copertina rosa, e in qualche modo è un libro che parla anche d’amore. Ci racconti in breve com’è nata l’idea per questa storia?

AB: Ok, non la conosci. Bene, parliamo di questo accidenti di libro allora. In linea di massima direi che si tratta di un romanzo di formazione. Anzi. Di controformazione. Di controformazione erotica per l’esattezza. Prendi un diciassettenne che sta vivendo l’età più complicata della sua vita, aggiungigli un nome da pirla e completa il quadro con il fatto che è vergine. Può bastare come sinossi?

CSW: Kevin è un ragazzo sfigato, sia in senso fisico che caratteriale, e gli eventi della sua vita non lo aiutano di certo. Le sue vicende sono narrate in un mix d’ironia e tragicità. Come si fondono questi due aspetti nella scrittura, dando ad entrambi quell’equilibrio che rende piacevole la lettura?

AB: Volevo scrivere il nuovo IL GIOVANE HOLDEN ed è piuttosto evidente che ci sia riuscito. Direi quasi che il libro di Salinger ne esce addirittura sconfitto, in fondo il mio Kevin è molto più figo anche nella sua inettitudine, e fa ridere un sacco. Gli ingredienti per un best seller ci sono tutti, no? Adolescenza, sesso, umorismo al vetriolo e, come dici tu, sapiente mix tra tragicità e ironia. Cosa devo fare di più? Lavarvi la macchina?

CSW: In una storia dalla narrazione “leggera” intesa come ironica e dissacrante allo stesso tempo, parlando di sesso, di rapporti e turbe adolescianziali, in realtà questo è anche, come ci hai ricordato, un libro di formazione (o di controformazione). Il lettore che s’imbatte in queste pagine, quale messaggio dovrebbe o potrebbe trarne?

AB: Nessun messaggio, non sono mica un guru, io scrivo storie. Dio maledica gli scrittori che vogliono portare messaggi, noi siamo narratori mandati su questa terra per farvi divertire, non per dare risposte. Lasciamo le sentenze ai sociologi e a chi pensa di possedere le chiave di interpretazione. Noi siamo solo coglioncelli ganzi.

CSW: Questa è la domanda che non manco mai di proporre ai nostri ospiti. Quale potrebbe essere secondo te il lato C della scrittura?

AB: Non saprei. Non credo nemmeno di avere compreso il lato A e il lato B, figurati la terza dimensione. Forse l’immaginario che la letteratura evoca? Il cinema è bidimensionale, un libro costruisce ologrammi. Che cavolo sto dicendo? Comunque suona bene.

CSW: Ci siamo incontrati grazie a una serata promossa dal Festival Giallo Garda. Cosa ne pensi in generale dei festival letterari e dei premi letterari annessi?

AB: Dipende. Alcuni sono fantastici, quelli dove c’è la gente, il sudore, le pagine realmente lette. Quelli importanti con le mazzette sotto il tavolo invece non mi piacciono. Ma questa è la frase che dicono tutti gli scrittori che non sono finalisti allo Strega. In realtà voglio vincere il Campiello, come Simona Vinci (bravissima)

CSW: Il tuo libro è pubblicato nella collana Glam di Pendragon, della quale sei curatore assieme a Gianluca Morozzi. Considerato che l’ho già chiesto anche a lui, cosa dovrebbe sapere un autore prima di pensare di proporvi un suo scritto?

AB: Essere controcorrente, non ottemperante le regole, e sapere scrivere stilosissimo. No scrittori ingessati, imbrigliati, poeti stilnovisti e geni incompresi. Se sei rock e vivi on the road meglio. Anche essere ragazza carina aiuta.

CSW: La storia di Kevin finisce con la promessa di un viaggio. Avremmo modo di leggere ancora di lui? E nel frattempo qual’è il tuo prossimo progetto letterario?

AB: Kamasutra Kevin Resurrection. Titolo cazzuto per un sequel. Mi piace.

CSW: Grazie per essere stato con noi in questa bella chiacchierata. Prima di lasciarci in compagnia di Kevin che non ne vuole sapere di togliersi quel ridicolo costumino in microsilk, ci regali un C-saluto?

AB: Leggete questo libro, che se non lo fate la gente ride e vi segna a dito.

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

108 C-Citazioni – cose già sentite… e non

C-Citazioni Cose già sentite… e non

 Citazione nr. 108

Un bel tacer non fu mai scritto

C-Chi l’ha detto: Iacopo Badoer – Claudio Monteverdi

Tratta da: Il ritorno di Ulisse in patria (opera 1640)

C-Commento: Nella forma originale è citato “…un bel tacer mai scritto fu”, ma la trasposizione popolare e i successivi richiami lo anno trasformato nella versione che la maggior parte conosce. Alcuni attribuiscono questa citazione a Dante, ma persone più colte e esperte del sottoscritto smentiscono. Io in maniera piuttosto attendibile ho trovato come primo autore di questa massima il librettista Iacopo Badoer che scrisse il libretto musicato da Claudio Monteverdi “Il ritorno di Ulisse in patria” (1640). Qualunque sia la verità il concetto però rimane anche per i posteri: saper tacere a volte è una grande qualità!

un-bel-tacer-non-fu-mai-scritto

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

C-Editoriali – #ioscrivopervoi

C-Editoriali Divagazioni sul tema (34)

#Io scrivo per voi

14305224_398422943614665_4945663816196122038_o

Questo editoriale per parlarvi di un libro nato da un’idea di Andrea Franco. Un libro che raccoglie quasi trecento autori per altrettanti racconti che si articolano in circa 2000 pagine. Un libro che non ha pretese letterarie se non quella di fungere da catalizzatore per una raccolta di donazioni da devolvere alle popolazioni terremotate. Ecco che quindi oltre che un libro da leggere diventa uno strumento per partecipare. Non esiste un vero prezzo di copertina, ma delle donazioni (minimo 2 Euro) che possono essere fatte, e in cambio delle quali si riceve una copia in digitale del libro. Una mole di lavoro eccezionale svolta da pochi volonterosi in pochissimo tempo, si parla di migliaia di mail, post, messaggi e contatti vari, il tutto con l’obiettivo di mantenere viva l’attenzione.

Ma se la funzione principale è quella della donazione, non dimentichiamo i molti autori noti, che hanno aderito mettendo a disposizione un loro racconto inedito. Un modo semplice quindi per apporcciarsi con ognuno di loro, per scoprirli e magari approfondire poi questa conoscenza. Troverete anche autori meno noti o semplici appassionati di scrittura, ma non dimenticate che non state comperando un libro come gli altri.

Quello che vi viene chiesto, oltre a scegliere quanto donare, è creare una catena virtuosa per diffondere l’iniziativa. A fronte dei numerosi post che mettete sulle vostre bacheche per puro diletto (che non guasta), mettete e divulgate anche questo (che fa del bene) e non dimenticate di aderire alla pagina FB dell’iniziativa per rimanere sempre aggiornati sulle donazioni pervenute e su come verranno utilizzate.

Qui sotto trovate i link:

Per donare e ricevere una copia del libro

https://www.jotformpro.com/form/62533829563968

Per aderire alla pagina FB

https://www.facebook.com/ioscrivopervoi/?fref=ts

Buone letture… e non dimenticate di divulgare!

14289797_400098560113770_7683529476506466298_o

 

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

C-Editoriali – EnigmiCa 2016 world tour

C-Editoriali Divagazioni sul tema (32bis)

EnigmiCa 2016 world tour

enigmica-world-tour-2016

Iniziano ad arrivare le prime segnalazioni (ma sappiamo che l’avete fatta girare molto di più) e promesso eccoci qucon il primo abbozzo della mappa dell’EnigmiCa World Tour 2016.

La raccolta dei giochi enigmistici che sono usciti su CSide Writer ha viaggiato durante l’estate allietando le giornate dei fedelissimi amici e lettori. Alcuni di loro ci hanno già fatto sapere dove l’hanno portata. E voi?

Continuate a dirci dove l’avete fatta viaggiare… la mappa è un cotinuo aggiornamento! :)

Buon viaggio e buone soluzioni a tutti!

Marco Ischia

Scarica EnigmiCa 2016: Enigmica 2016

 

cc CSide Writer – Marco Ischia