23 C-Cento modi di morire in un libro

C-Cento modi di morire in un libro La rubrica

libro nr. 23

radiomortegrande 

Titolo: Radiomorte

Autore: Gianluca Morozzi

Come muore la famiglia perfetta? Ma forse la domanda giusta per questo libro è: chi muore della famiglia perfetta? Imprigionati in uno studio di registrazione, dovranno in qualche modo stabilire loro stessi chi sarà a morire. Il modo è già stato deciso: gas Zyklon B. Ma se questa è la minaccia di morte, quella che invece scaturisce dal macabro passato della finta famiglia felice, e che a mio avviso caratterizza il libro, è sicuramente quella per caduta. Di chi? Non vi resta che scoprirlo leggendo pagina dopo pagina, confessione dopo confessione… e se non resistete fino alla fine, scappate dal tunnel.

Chiacchieriamo con Gianluca Morozzi per cercare di capire quali sono i meccanismi che fanno morire un personaggio in un determinato modo.

CSW: Ciao Gianluca, benvenuto con il tuo libro nella rubrica dei 100 modi di morire in un libro. Posso offrirti qualcosa da bere intanto che ti accomodi al microfono?

GM: Certo. Vino bianco va bene. O birra. O Negroni. Insomma, fai tu.

CSW: Come nasce secondo te l’idea di far morire un personaggio in un determinato modo?  E nello specifico in Radiomorte minacciare di far morire i protagonisti in modo diverso avrebbe cambiato la storia?

GM: Oh, beh, Kristel poteva minacciarli di morte in qualunque modo, ma il gas usato dai nazisti nei lager dà un senso di disumanizzazione, di male assoluto, nei loro confronti.

CSW: A differenza di altri libri, nel tuo è la minaccia della morte che dà origine alla suspense. Quale può essere secondo te la differenza, ammesso che ci sia, fra l’avere un cadavere e non sapere chi è l’assassino, o sapere chi è l’assassino ancor prima di avere un cadavere?

GM: Il tenente Colombo ha vissuto per anni sul secondo espediente. Si tratta di uno spostamento geniale: da “chi è stato?” a “come faranno a scoprirlo”? Cambia la tensione narrativa in modo totale, pur mantenendo gli stessi elementi base del giallo. 

CSW: Parlando sempre di modi di morire in un libro, sai già come morirà il tuo prossimo personaggio?

GM: Sventrato. In un modo piuttosto inquietante e sadico. A meno che non esca prima un altro romanzo in cui un personaggio muore sgozzato nella vasca da bagno. In un bagno chiuso, il che, nella vecchia tradizione del giallo della camera chiusa, aggiunge al “Chi è stato?” il “Come ha fatto?”

CSW: Grazie per essere stato con noi con il tuo libro e la famiglia felice, nella classifica dei Cento modi di morire in un libro. Ora puoi uscire dalla porta. ;)

GM: Come mai la porta è sbarrata? Oh santo cielo…!

La classifica

 

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...