Archivi tag: divagazioni sul tema

C-Editoriali – Ucciso il 4 di Luglio

C-Editoriali Divagazioni sul tema (47)

Ucciso il 4 Luglio

Chiacchieravo in questi giorni di post autopromozionali, cercando di capire quanto sia “lecito” o per meglio dire opportuno, “rompere le scatole” sui social o in altri modi, per dire: IO HO SCRITTO UN LIBRO. Il discorso si fa molto più ampio se poi andiamo a vedere chi pronuncia queste parole. Si fa molto più ampio se andiamo a vedere come è stato pubblicato questo libro (e ogni riferimento alle EAP è voluto!). Quello che mi piacerebbe riuscire a fare è limitarmi all’essere correttamente autoreferenziale, perché ovviamente essendo io a scrivere queste parole e parlando di qualcosa che ho scritto io tale rimane.

“Ucciso il 4 luglio” è un racconto lungo che ha vinto il contest letterario promosso dalla collana Delos Passport, ma è anche il racconto di come è apparsa la Florida ai miei occhi. Licenze letterarie permettendo. È la voluta caricatura degli States, quella che molti chiamano la classica “Americanata”, quella che vediamo nelle serie TV, ma mi ripeto, quella che ho vissuto nelle mie due esperienze in Florida. Essere riuscito a toccare con ironia un genere come la spystory mi fa particolare piacere, perché come mi disse un bravo scrittore M.S. “non bisogna mai dimenticare che la scrittura è intrattenimento” (parole che cito a memoria nel loro concetto). Non mi dilungo oltre, se non per aggiungere che è una storia semplice e divertente, con un delitto e un roccambolesco esito finale.

A questo punto voglio ringraziare in particolare la casa editrice Delos, non tanto per la pubblicazione di questo libro, quanto per le occasioni che offre a molti bravi scrittori. Se devo fare dei nomi sono certamente Franco Forte, Silvio Sosio, Vincenzo Vizzini, ma immagino ci siano molti altri che non conosco. Ringrazio Fabio Novel, proprio per questo libro, in quanto curatore della collana “Passport”, per essersi appassionato a questa storia, e per avermi dato di fatto l’opportunità di essere pubblicato in una collana al fianco di scrittori che apprezzo da tempo. Infine ringrazio chiunque vorrà leggere il libro (ma sto cedendo all’autopromozione), e tutti coloro che sopporteranno nei prossimi giorni i miei gorgheggi sulle note IO HO SCRITTO UN LIBRO (eccomi in piena autopromozione) vi farà piacere sapere che ha pure una copertina strepitosa!

Buon intrattenimento di lettura a tutti…

Marco

Stavo dimenticando… qua sotto il link ai principali store on line...

Delosstore

https://www.delosstore.it/ebook/50986/ucciso-il-4-luglio/

Amazon

https://www.amazon.it/Ucciso-luglio-Delos-Passport-Ischia-ebook/dp/B073LFGJD3/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1499079728&sr=8-2&keywords=ischia+marco

Bookrepublic

https://www.bookrepublic.it/book/9788825402834-ucciso-il-4-luglio/

Kobo

https://www.kobo.com/it/it/ebook/ucciso-il-4-luglio

Lafeltrinelli

http://www.lafeltrinelli.it/ebook/marco-ischia/ucciso-4-luglio/9788825402834

 

cc CSide Writer -Marco Ischia

C-Editoriali – C-Incroci… aggiornamento app!

C-Editoriali Divagazioni sul tema (45)

C-Incroci… aggiornamento app!

Chi bazzica da queste parti il venerdì sa già cosa sono gli incroci di parole che noi abbiamo ribattezzato C-Incroci.

I meglio informati sanno anche che C-Incroci è diventata un’app per dispositivi Android ( scarica qui gratuitamente )

Tutto questo avviene grazie all’energia del lato C ma anche alla professionalità e alla disponibilità di persone come Alfredo Baratta ( http://alfunstuff.com ).

Questo editoriale serve però solo per dirvi che da pochi giorni è disponibile l’aggiornamento dell’app con trenta nuovi schemi, portando a 60 gli schemi da risolvere e i libri da scoprire nella soluzione.

Ancora una volta ricordo che l’app è free ossia gratuita, perciò non avete scuse per non scaricarla, provarla e farci sapere cosa ne pensate… e se avete voglia votarla! ;)

 

Link per scaricare C-Incroci

scarica qui gratuitamente

 

cc CSide Writer -Marco Ischia

C-Editoriali – Morivamo di freddo… il pensiero di Silvia Dello Russo

C-Editoriali Divagazioni sul tema (44)

Morivamo di freddo…

Il pensiero di Silvia Dello Russo

Del libro “Morivamo di Freddo” (Durango) di Rosalia Messina ve ne abbiamo già parlato in una scheda libro, in un intervista e anche in qualche modo con l’editore. Ma la vera notizia è che questo libro continua a far parlare di se, e quando accade il lato C non può che gioire. L’occasione per farlo è quella di ospitare una recensione, che ci è stata offerta in esclusiva, fatta dalla giornalista Silvia Dello Russo che fra le altre cose collabora con il Gruppo Editoriale L’Espresso. Una nuova occasione per parlare di libri, facendolo attraverso le parole di chi ne ha fatto una professione. Per questo ringraziamo l’autrice dell’articolo e ovviamente facciamo i nostri complimenti a Rosalia. Il lato C della scrittura è una forza che non si può fermare… buone letture a tutti.

Morivamo di freddo… il pensiero di Silvia Dello Russo

Tutti vicini e tutti lontanissimi” i protagonisti o meglio i personaggi che quasi alla Goldoni entrano ed escono dal palcoscenico raccontato dalla penna di Rosalia Messina.

Uomini, donne ed un adolescente che a sua volta diverrà uomo, trascinandosi, come tutti i personaggi, una pesante eredità di cui nemmeno la psicoterapia riuscirà a liberarlo. “Morivamo di freddo” sembra infatti un breve trattato sulla “non volontà”, sulla “paralisi” di uomini e donne che non vogliono vedere, non vogliono dire, non vogliono spalancare le finestre di un apparente tranquillo quotidiano, dalla paura di rompere quel precario equilibrio, sul quale hanno costruito le loro apparenti sicurezze. Ma la prigione in cui i personaggi si sono tutti, nessuno escluso, relegati o nascosti, inizia a stringersi sempre più, a non dare vie di scampo, schiacciando ed esasperando talmente l’io da portare inevitabilmente a crisi di panico, che altro non sono che l’incompreso urlo di ciò che mai è stato detto, di ciò che è stato represso e del rifiuto, consapevole o non, di vedere e di esprimere le proprie emozioni, assumendosi il rischio della rottura dei sottili equilibri.

Succede così, che a causa dell’incidentale e assurda morte di Guido, unico personaggio vitale del racconto, che paradossalmente il lettore conosce solo dopo la sua morte, cadono, come in un domino, tutte le sicurezze dei personaggi che gli ruotavano intorno come in un sistema eliocentrico.

Così con la scomparsa del sole e del suo calore i personaggi sembrano relegati ad una notte nera, ove quasi muoiono di freddo. Quasi… perché lo scorrere della vita come in battere e levare di un inesorabile tango, riprende nella sua quotidianità, oltre il lutto, oltre il suicidio del migliore amico di Guido, oltre ai coups de têatre dissimulati nel romanzo, fino alla scena finale, ove forse il freddo sembra non essersene andato… “ma la vita vera dove sta nascosta?”.

Silvia Dello Russo è nata a Parma il 15/11/1974 ove si laurea in lingue e letterature straniere presso l’Università degli Studi di Parma, dopo un lungo soggiorno studio in Germania, ed un trasferimento di qualche anno a Londra.

Nel 2002 si trasferisce a Torino e diventa traduttrice e interprete per la Procura della Repubblica Italiana, cancelleria del dott. Raffaele Guariniello, per le lingue inglese, francese e tedesco.

Rientrata a Parma per diversi anni svolge consulenze di comunicazione e lingue presso società calcistiche, Università italiane e realtà aziendali multinazionali.

Dal 2015 collabora con il Gruppo Editoriale l’Espresso S.p.a. e scrive articoli di arte e cultura. Organizzatrice e promotrice di eventi culturali e d’arte, divide la sua vita con le sue passioni: la famiglia e i suoi inseparabili cani.

Nata a Palermo nel 1955, Rosalia Messina vive, lavora e scrive in giro per l’Italia. Ha esordito con la raccolta di racconti Prima dell’alba e subito dopo (Perronelab 2010); ha pubblicato anche i romanzi Più avanti di qualche passo (Città del sole edizioni), che da inedito aveva vinto il premio “Angelo Musco” 2012 e, come narrativa edita, ha vinto il premio “Città di Reggio Emilia” 2013), Marmellata d’arance (Edizioni Arianna 2013; l’adattamento teatrale realizzato in collaborazione con la sorella, Anna Messina, ha vinto il Premio di drammaturgia “L’Artigogolo” 2017, sezione esordienti), Gli anni d’argento (Algra Editore 2014), Morivamo di freddo (pubblicato in digitale da Durango Edizioni nel 2016 e poi anche in cartaceo dalla stessa casa editrice) e il libro per bambini Favole a colori (Algra Editore 2015). Come blogger collabora, tra l’altro, con i magazine on line LetteraTu e Libreriamo

Link CSW

Scheda libro

https://csidewriter.wordpress.com/2016/09/01/morivamo-di-freddo-rosalia-messina/

Intervista a Rosalia Messina

https://csidewriter.wordpress.com/2016/09/15/c-incontri-le-interviste-rosalia-messina/

cc CSide Writer – Marco Ischia

C-Editoriali – C-Incroci… diventa app!

C-Editoriali Divagazioni sul tema (43)

C-Incroci… diventa app!

Per capire cosa siano gli incroci di parole o C-Incroci, è molto semplice, basta collegarsi alla sezione C-game di CSide Writer (https://csidewriter.wordpress.com/category/c-game-intrattenimento/). Ma per chi ancora non li conoscesse, ne spiego in breve le peculiarità, si tratta del classico schema d’incroci di parole, dove cancellando le parole dallo schema se ne ricava una frase chiave, che solitamente è una citazione o altro. Su CSide Writer questo gioco viene proposto con i libri, nel senso che la parole da cancellare sono tratte da un libro e la soluzione finale è costituita proprio dallo stesso libro e dal nome dell’autore.

Ma era da tempo che avevamo constatato il limite del formato in cui vi proponiamo questi schemi. Nell’era del digitale, per molti stampare uno schema o scaricare un file è un onere che toglie il piacere del gioco ecco perché oggi C-Incroci diventa un’app!

Grazie alla professionalità e alla disponibilità di Alfredo Baratta (http://alfunstuff.com), siamo riusciti a rendere reale l’ennesima sfida del lato C. Avete capito bene, abbiamo scelto uno dei migliori creatori di app di enigmistica del web, grazie al quale siamo riusciti (ma dovremmo dire, è riuscito) a regalarvi questa app che comprenderà (aggiornamenti permettendo) tutti gli oltre 100 schemi comparsi su CSide Writer.

Nel lancio di oggi avrete già a disposizione i primi venti schemi per venti libri, che ben presto saranno raggiunti da aggiornamenti che completeranno le proposte enigmistiche del lato C.

Se ancora non l’aveste capito l’app è free ossia gratuita, e questo è stato davvero l’ammirevole sforzo che ancora una volta vogliamo riconosce ad Alfredo rendendo di fatto possibile tutto ciò. Non esiste quindi un solo motivo valido per cui non dobbiate avere sul vostro dispositivo elettronico questo nuovo ed esclusivo gioco e magari anche gli altri di Alfredo! ;)

Link per scaricare C-Incroci

scarica qui gratuitamente

 

cc CSide Writer -Marco Ischia

C-Editoriali – I partner del Lato C

C-Editoriali Divagazioni sul tema (42)

I partner del lato C

   

Quando penso a CSide Writer penso alle persone che leggono queste pagine e che in qualche maniera contribuiscono ad ampliare quest’esperienza. Un blog è fatto principalmente di bit, di segnali elettronici, di tanti 1 e 0, una cosa virtuale che ha il pregio di poter essere divulgata facilmente, ma che ha il suo difetto maggiore nel sovraffollamento del mondo digitale. Ho imparato però con il tempo che le cose fatte con passione, con sincerità, con quella che mi piace chiamare onestà intellettuale, che poi non è altro che correttezza e buon senso, portano a delle cose positive. Recentemente parlando con un’autrice mi ha detto che tutto sommato i numeri non contano, che bisogna avere pazienza. Nel mondo virtuale dei social dove ogni cosa è scandita dal numero di contatti, non è facile mantenere la via della coerenza, ma sono assistito dal lato C e dai suoi amici, ecco che aggiungere questa pagina mi è sembrato il giusto modo per dire loro grazie.

Link alla pagina su CSide Writer…

https://csidewriter.wordpress.com/c-partner/

 

cc CSide Writer -Marco Ischia

C-Editoriali – Chew-9 – il nr.44… curiosità (septies)

C-Editoriali Divagazioni sul tema (40septies)

Chew-9 il nr. 44… curiosità

“Il Chew-9 è la sostanza più preziosa della galassia. Un potente allucinogeno capace di fare interagire l’immaginazione con la realtà, manipolando la materia per ottenere effetti sconvolgenti. Una droga che solo i ricchi e i potenti possono permettersi. A costo di annientare intere civiltà… ” (cit.)

Questo è un post di autopromozione, giusto per essere chiari fin dall’inizio, ma come sempre, cerchiamo di fare le cose in maniera un po’ diversa, ironica, divertente, interessante, stimolante, quindi vi proporremo qua e là delle curiosità per invogliarvi a leggere la saga di fantascienza Chew-9 edita da Delos Digital e ideata dal genio creativo di Franco Forte, ma anche e sopratutto (altrimenti non sarebbe più autopromozione) il nr. 44 dal titolo “Naufragio” a firma di Marco Ischia, il curatore di CSide Writer.

Molti sono i fatti che hanno ispirato la stesura di questo romanzo breve, e molte sono le influenze della fantascienza anni ’70 e ’80 con la quale ha avuto i primi contatti e con cui è cresciuto l’autore.

Siamo ormai giunti alla fine di questo percorso che ci ha portato a conoscere le ispirazioni, che hanno contribuito a dare il nome ai personaggi contenuti in questo libro, ma mancava un cattivo, anzi, il cattivo. Di cattivi nel cinema e nella letteratura si sprecano, ma se volessimo attribuire anche un vizio cannibale a questo cattivo, voi a chi penserete? Sapendo che nel libro il personaggio ha preso il nome di Hannibal Snikpoh, è facile pensare al dottor Hannibal Lecter nato dalla penna di Thomas Harris, e interpretato dal magistrale Antony Hopkins nel film (1991) “Il silenzio degli innocenti” (The silence of the Lambs). Snikpoh è un secondo indizio, un gioco, che leggendolo al contrario rivela il nome dell’attore.

hopkins  cover-chew-9-44  silenzio

“Il silenzio degli innocenti” è un film da vedere, senza se e senza ma, ma questa come sempre è la nostra opinione. Del libro non sappiamo dirvi, non l’abbiamo letto… per ora!

Qua sotto trovate alcuni link per rispondere alle vostre curiosità… e altri link per trovare il libro.

Non dimenticate di lasciare un vostro commento… dopo averlo letto!

Il link a wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Il_silenzio_degli_innocenti_(film)

https://it.wikipedia.org/wiki/Il_silenzio_degli_innocenti_(romanzo)

Il link agli store on line:

http://www.delosstore.it/ebook/50373/naufragio/

https://www.amazon.it/Naufragio-Chew-9-Marco-Ischia-ebook/dp/B01MSSAVD9/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1484139948&sr=1-1&keywords=marco+ischia

https://www.ibs.it/naufragio-chew-9-ebook-marco-ischia/e/9788825400175

Buone letture a tutti!

 

cc CSide Writer 

C-Editoriali – Chew-9 – il nr.44… curiosità (sexies)

C-Editoriali Divagazioni sul tema (40sexsies)

Chew-9 il nr. 44… curiosità

“Il Chew-9 è la sostanza più preziosa della galassia. Un potente allucinogeno capace di fare interagire l’immaginazione con la realtà, manipolando la materia per ottenere effetti sconvolgenti. Una droga che solo i ricchi e i potenti possono permettersi. A costo di annientare intere civiltà… ” (cit.)

Questo è un post di autopromozione, giusto per essere chiari fin dall’inizio, ma come sempre, cerchiamo di fare le cose in maniera un po’ diversa, ironica, divertente, interessante, stimolante, quindi vi proporremo qua e là delle curiosità per invogliarvi a leggere la saga di fantascienza Chew-9 edita da Delos Digital e ideata dal genio creativo di Franco Forte, ma anche e sopratutto (altrimenti non sarebbe più autopromozione) il nr. 44 dal titolo “Naufragio” a firma di Marco Ischia, il curatore di CSide Writer.

Molti sono i fatti che hanno ispirato la stesura di questo romanzo breve, e molte sono le influenze della fantascienza anni ’70 e ’80 con la quale ha avuto i primi contatti e con cui è cresciuto l’autore.

Jack Hill è il medico di bordo dell’astronave Laconia, ma se assieme ci mettessimo Mister Hyde, è facile capire come è nato questo personaggio contenuto nel libro. Anche coloro che non hanno letto il romanzo (1886) di Robert Louis Stevenson “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” (The strange case of Dr. Jekyll and MR. Hyde), ne hanno sentito parlare almeno una volta. Forse in questo libro il medico non ha un ruolo prevalente, ma forse è un personaggio che ha ancora qualcosa da dire.

jack-hill  jack-hill1  cover-chew-9-44

Se non avete letto il libro di Robert Louis Stevenson “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde” potrebbe essere l’occasione giusta… altrimenti leggete “Naufragio”!

Qua sotto trovate alcuni link per rispondere alle vostre curiosità… e altri link per trovare il libro.

Non dimenticate di lasciare un vostro commento… dopo averlo letto!

Il link a wikipedia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Lo_strano_caso_del_dottor_Jekyll_e_del_signor_Hyde

Il link agli store on line:

http://www.delosstore.it/ebook/50373/naufragio/

https://www.amazon.it/Naufragio-Chew-9-Marco-Ischia-ebook/dp/B01MSSAVD9/ref=sr_1_1?s=books&ie=UTF8&qid=1484139948&sr=1-1&keywords=marco+ischia

https://www.ibs.it/naufragio-chew-9-ebook-marco-ischia/e/9788825400175

Buone letture a tutti!

 

cc CSide Writer