C-Cinque + 1 – Luca Memoli

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con l’autore, per scoprirlo, per conoscerlo, e perché no… per leggerlo!

autore 132 luca memoli

1) Ciao Luca. In poche parole: da quando scrivi, cosa scrivi e cosa leggi?

Ciao Salvatore, scrivo dai tempi del liceo. I miei ricordi più nitidi appartengono a quel periodo, quando avevo quindici, sedici anni. L’evoluzione è stata lenta ma costante: sono passato dalle poesie a brevi racconti, poi sempre più lunghi. Il primo romanzo, se così si può chiamare, era lungo una cinquantina di pagine. Il protagonista era un demone che si palesava dopo il tramonto per fare mattanza di criminali. Chissà che fine hanno fatto quelle pagine…

Amo scrivere thriller dai risvolti psicologici, ma non disdegno il giallo/thriller classico. Leggo davvero di tutto e ti svelo un segreto: quando entro in libreria, mi muovo lentamente tra gli scaffali lasciandomi attrarre dalle copertine. Quando ne trovo una che mi incuriosisce, leggo la quarta di copertina. Se mi intriga, il romanzo è mio.

2) Di tutto quanto hai scritto, cosa consiglieresti a chi vorrebbe leggerti e perché? Preferibilmente un titolo solo.

Facilissimo risponderti. Essendo un esordiente assoluto, ho pubblicato solo di recente il mio primo e unico romanzo in formato ebook che si intitola “Il tocco dell’anima” (Delos Digital, 2021). Per me è stato un grande passo e non solo a livello editoriale ma soprattutto personale, dato che prima di quel giorno ho sempre preferito non espormi per questioni di carattere. È un romanzo thriller molto introspettivo. Tratta un argomento difficile, delicato ma reale come la violenza sui minori e uno più sottile come quello della sinestesia o “tocco dello specchio”. Un’empatia esasperata e davvero rara che affligge uno dei protagonisti. In questi tempi dove l’indifferenza e l’egoismo regnano sovrani, tutti noi dovremmo essere più predisposti verso l’altro. Esattamente ciò che fanno i personaggi principali del romanzo che si spendono per la difesa dei più deboli. Lo consiglio a tutti quelli che credono, come me, in questo nobile ideale.

autore 132 il tocco dell'anima3) Consigli per chi si approcci adesso alla scrittura: cosa fare e cosa non fare, secondo te.

Consigliare di leggere e scrivere tantissimo è un concetto ripetuto più volte ma non tutti sanno che è solo la prima parte del gioco. Ci vuole talento, ovvio, ma bisogna esercitarsi di continuo, avere la passione per le parole, esserne davvero succubi, cercare il confronto con autori più bravi di te (ce ne saranno sempre) e soprattutto essere pazienti, umili. Non ci si può muovere senza criterio, mandare il proprio dattiloscritto ovunque e a chiunque. Non funziona così. Ci vuole razionalità e un grande bagno d’umiltà. Solo così prima o poi arriverà il momento giusto che è sempre diverso per ognuno. Se scrivi solo perché è di moda, “perché tanto scrivono tutti” o per inseguire la notorietà fine a se stessa, non andrai lontano. Anzi, forse non comincerai nemmeno.

4) Cosa stai scrivendo in questo periodo o, cosa vorresti scrivere?

Sarò onesto: in questo momento sono in stand-by e non per pigrizia ma perché mi sto godendo il momento del romanzo appena uscito e perché sto conoscendo tanti autori bravissimi con i quali mi sto interfacciando e che mi stanno consigliando e aiutando molto. Considero questa pace dei sensi una pausa necessaria per riordinare le idee e capire come organizzarmi da qui in avanti. Non ti nascondo che nel famoso cassetto pieno di polvere conservo molte opere incomplete che ho scritto negli ultimi anni. Ecco, credo che prima o poi ne rispolvererò una per portarla a compimento e proseguire questo viaggio straordinario appena iniziato.

5) Quale autore, presente o passato, ti piacerebbe poter conoscere e cosa vorresti dirgli?

Uno su tutti: Francis Scott Fitzgerald. Un autore che ho amato e amo moltissimo. Ho adorato i suoi libri, uno su tutti “il grande Gatsby”, e il mondo che gli ruotava attorno. Parlo di quell’età del jazz che ha donato all’America forse uno dei periodi di maggior splendore, prima della terribile depressione dopo il tragico martedì nero di Walt Strett del 1929. Se potessi, mi piacerebbe trasportarmi in quel periodo e respirare quell’aria frizzante che attraverso i suoi libri ho potuto solo accarezzare. Cosa gli chiederei? Di raccontarmi di persona come si accende e alimenta la fiamma dell’ispirazione che lui padroneggiava come pochi altri.

5+1) Raccontati in un racconto.

Una ragazza osservava da lontano la scia di persone che uscivano dalla Santa Messa. Non sapeva di essere osservata a sua volta. Nascosto dietro un albero, un timido ragazzo la scrutava con occhi sognanti. Pensava a lei da molto tempo ormai ma la ragazza, ne era certo, non sapeva nemmeno della sua esistenza. Lui avrebbe voluto avvicinarsi, guardarla da più vicino, dirle qualcosa. Si ritrovò invece ad allontanarsi ancora una volta, per continuare a pensare a lei nei giorni seguenti. Quello stesso pomeriggio, scrisse una poesia che però non le diede mai. È in quel momento che il ragazzo imparò a confrontarsi con un foglio di carta bianco. Imparò a scrivere. Da allora, non ha più smesso di farlo.

Grazie, Luca, per essere stato con noi e averci parlato un po’ della tua vita tra le parole. Canestrini per il tuo futuro di scrittore e per tute quelle idee che di certo svilupperai.

Grazie infinite Salvatore per questa bella opportunità che mi hai concesso e ovviamente un caloroso saluto, anzi, un grande abbraccio a tutti quelli che ci leggeranno.

 

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...