C-Cinque + 1 – speciale lettore – Cristina Watts

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Speciale Lettore

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con il lettore, per scoprire cosa legge, cosa vorrebbe leggere, e perché no… per leggerlo!

1) Ciao, Cristina. In poche parole: da quando leggi e quali sono i tuoi generi preferiti?

Leggo da quando ero bambina… mi sono “mangiata” le librerie e le biblioteche in Italia e anche in America fino a che, a 30 anni, sono caduta nel baratro dell’alcool e ho smesso. Adesso non bevo da un po’, voglio ricominciare e scrivere la mia autobiografia. Ho letto di tutto in tutte e due le lingue. Il mio genere preferito sono le storie vere.

Il mio autore preferito rimane comunque Oscar Wilde.

Sarà banale ma… è come me.

2) Di tutto quanto hai letto, cosa consiglieresti e perché? Massimo due titoli.

Consiglierei “Ecco perché io credo in Dio ” scritto da uno scienziato che spiega come anche le particelle dei minimi protozoi continuano a essere divisibili per 3 fino all’infinito… (padre figlio spirito santo) quindi dà una spiegazione scientifica di un evidente potere superiore… Ah, no!!! Si chiama “Perché io credo in colui che ha fatto il mondo” ma non ricordo l’autore (quello si trova facilmente, naturalmente); premetto che io sono atea dal preciso momento che mi ha cambiato la vita: incendio, perdita del padre (e avevo solo lui) e perdita della casa… la MIA… ecco che comincio a cantare Portatemi Dio di Vasco Rossi e quindi divento non più credente. Per questo lo consiglio perché è informativo su un tema che tocca una larga audience. Il secondo: consiglierei di leggere la biografia del cavaliere Silvio Berlusconi che ha fatto l’escalation un po’ a meritocrazia un po’ perché è portato per le pubbliche relazioni che stanno alla base di tutto. Io, per esempio, ho una deformazione professionale (ero una event planner a Manhattan) e lo consiglio perché ne parlano male come se tutto gli fosse stato regalato… è il contrario!!!!

3) Che consigli daresti a uno scrittore o, anche a un Editore, perché possa soddisfare un lettore attento come te?

Che comincino a produrre libri illustrati. Viviamo ormai nella società dell’immagine. Tutti.

Come farò io con il mio. Ho un enorme album come Marina Lante della Rovere e 2 portfolio del mio ex lavoro… 4 attestati. Parecchio materiale, anche le foto da ustionata in intensiva. Alcolizzata ecc

E prenderebbe più lettori, che con le immagini capiscono meglio e in maniera più veloce.

4) Cosa stai leggendo in questo periodo o, cosa vorresti leggere?

Non leggo da tanto tempo… colpa dell’alcolismo… vorrei leggere… non lo so nemmeno… ci credi?

Vorrei leggere di…

Una signora adotta un bambino e il bambino muore. Poi (siccome è una favola), si reincarna nel suo grande amore perduto, anche nelle sembianze…

Uno scienziato riesce a farla ringiovanire fino ad arrivare a far essere i due “coetanei”. E finalmente vissero felici e contenti.

È carina, no?

5) Quale autore, presente o passato, ti piacerebbe poter conoscere e cosa vorresti dirgli?

Oscar Wilde. Vorrei potergli dire che anch’io ho ucciso il ritratto ma poi l’ho rifatto. Sono più brava di lui. Modestamente. Però, gli farei tanti complimenti,

perché è un edonista e la vita se la è vissuta in pieno!!

5+1) Per te, ora, una prova da scrittore: raccontati in un racconto.

Cristina Nardini (Watts) è una leggenda vivente. Ha sempre fatto come le pareva viaggiando in numerose località del mondo, sempre vivendo nel lusso senza mai avere una lira in tasca. Ha insultato coraggiosamente chiunque voleva, inclusi personaggi influenti, a suo gusto e piacimento, facendola sempre franca. Ha avuto diversi episodi mortali sopravvivendo e riparando in maniera esemplare.

Ha persino conosciuto sia la noia che la malavita in momenti diversi.

Adora la musica e canta sempre, soprattutto la mattina in primavera/ estate.

A 47 anni ha avuto un brusco cambiamento in positivo, tornando a vivere per l’ultima volta a Roma, dove spera di invecchiare serena come è oggi.

Grazie, Cristina, per il senso di freschezza e libertà che mi è parso di trovare in quanto ci hai detto. Canestrini per i tuoi progetti di donna, come persona e per il tuo sogno di scrittrice e perché tu riesca a trovare ancora stimoli per leggere e libri che possano appassionarti.

Grazie a tutti i lettori dell’attenzione. “Vivere è la cosa più rara al mondo, la maggior parte della gente esiste e nulla più ” ( Oscar Wilde)

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...