C-Cinque + 1 – speciale libraio – Libreria Efesto

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con chi dei libri ne ha fatto la propria vita, esponendoli, proponendoli, vendendoli e a volte spacciandoli, perché infondo la lettura è una droga!

 

1) Ciao Alfredo. In poche parole: quando hai iniziato e perché, cosa ti spinge a continuare e che tipo di libraio pensi di essere?

Ho iniziato dopo l’università nel 2004, il rapporto con il pubblico di lettori è ciò che mi appassiona, sono un libraio specializzato in libri scientifici universitari e tecnici, vendere libri considerati in qualche modi utili al lavoro degli altri è l’altra grande motivazione che mi spinge a continuare.

2) Quali consigli propositivi ti senti di dare a chi vorrebbe intraprendere il tuo stesso lavoro? E cosa evitare?

Consiglio di fare un corso serio di economia e a non sottovalutare questo aspetto del mestiere, in fondo il libraio è un commerciante come gli altri, amare i libri e la lettura è una condizione necessaria ma non sufficiente.

3) Quale o quali (massimo tre titoli) sono stati i libri che più ti hanno appassionato e come li hai incontrati?

Moby Dick di H. Melville, il romanzo che a 14 anni mi ha introdotto ai libri e alla lettura Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa, un romanzo storico letto d’estate nelle campagne siciliane durante l’adolescenza, un affresco di un mondo che non esiste più ma che fa riflettere ancora oggi sulle dinamiche del potere Viaggio di un naturalista intorno al mondo di C. Darwin, letto per svago all’università, un libro scritto da un giovane appassionato e curioso, che consiglio sempre ai giovani

4) Quale genere è quello più venduto nella tua libreria e quale, invece, è quello che preferisci?

Sono venduti principalmente libri universitari scientifici, personalmente preferisco i romanzi storici

5) Consiglia cinque titoli usciti nell’ultimo anno e dicci perché. Allo stesso modo, consiglia cinque classici che non dovrebbero mai mancare nella biblioteca di ogni lettore e dicci perché.

Ultimo anno:

Naufraghi senza volto di C. Cattaneo, un saggio che ogni lettore dovrebbe leggere prima di esprimere qualsiasi parere sull’immigrazione Il colibrì di Sandro Veronesi, un romanzo che coniuga benissimo una scrittura considerata “commerciale” con profonde riflessioni sulla vita Polene di Claudio Magris, perché è uno scrittore che non mancherà mai nelle future antologie di letteratura italiana e non è abbastanza valorizzato oggi Spillover di D.Quammen, l’unico saggio da leggere per capire il complesso rapporto tra i virus e i mutamenti sociali Riccardino di A. Camilleri, un libro per non dimenticare mai questo grande e simpatico scrittore

Classici:

Il nome della rosa (nuova edizione) La Nave di Teseo, è uno dei migliori esperimenti letterari del novecento David Copperfield, perché il concetto di povertà esposto in questo romanzo è lo stesso che oggi facciamo finta di non vedere La Divina Commedia, perché è il classico in cui trovare le origini della letteratura italiana Lettere a Lucilio di L. A. Seneca, un libro che potrebbe provocatoriamente sostituire e rendere inutili molti testi di psicologia che girano nel mercato editoriale Viaggio di un naturalista intorno al mondo, perché l’avventura umana e scientifica di Darwin sia da lezione alle menti curiose di oggi

5+1) Per te, ora, una prova da scrittore: raccontarsi in 1000 battute, tra passione e fatica, in forma di racconto.

La consapevolezza di essere un pessimo scrittore e la grande passione per la lettura, ciò che negli anni mi ha portato inconsapevolmente a farmi amare un mestiere iniziato per caso grazie all’intuito di un maestro libraio. Dopo, ciò si è coniugato con una certa dimestichezza con i processi aziendali ed economici, con la voglia di confrontarsi sempre con i clienti lettori e le loro vite, con i ragazzi dell’università e i loro sorrisi.

Grazie, Alfredo, per averci portato a sfiorare il tuo mondo di “libraio universitario”. Canestrini per il tuo lavoro e la tua passione per i libri, ‘che non smettano mai di riempire le tue giornate di libraio e i tuoi sogni di lettore.

Grazie ad Antonello Lo Faro, il libraio che mi ha fatto scoprire il mio mestiere.

http://www.libreriaefesto.com

 

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...