IL SEGRETO DI CHIARAVALLE – Franco Colombo – Andrea Biscaro

C-BookLe recensioni (341)

IL SEGRETO DI CHIARAVALLE

Franco Colombo – Andrea Biscaro

(Meridiano Zero)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Forse l’ho già detto che la scrittura di Andrea Biscaro è ipnotica, ora rimane da capire quanto abbia influito questa volta Franco Colombo. Questo libro scritto a quattro mani si presenta con una perfetta armonia lessicale, e offre al pubblico un personaggio che a mio parere ha ancora molto da dire. Orazio Pedersoli è un giornalista di un giornale di provincia, ma è anche un caparbio che sogna una testata prestigiosa. Sarà questo a spingerlo a indagare su quel mistero che avvolge l’abbazia di Chiaravalle, e con la scusa evitarsi la spiaggia di Rapallo assieme alla moglie. Perché Orazio preferisce l’indagine alle spiagge affollate, e anche se la calura soffocante dell’interland milanese lo sfinisce, la voglia di sapere gli fa stringere i denti. Perché quando uno come lui fiuta la notizia, questa dev’esserci per forza. Orazio è convinto che quella messa a suffragio di un controverso personaggio della finanza, seppellito proprio a Chiaravalle, sia il suo lasciapassare per una svolta di carriera. Ma incontrare l’ex ministro Gianni Ventrice è solo l’inizio delle conferme che stava cercando, perché è anche l’inizio del vortice nel quale verrà risucchiato. Gli autori fanno muovere i personaggi in una trama reale per catapultarli poi assieme al lettore, in quello spazio surreale che segna l’epilogo della vicenda, e lo fanno con una naturalezza che rende la follia visionaria plausibile. Il mistero nascosto dietro l’affresco, i rituali attribuiti alla Boema, padre Anselmo e la biblioteca, le visioni di Orazio, il caldo opprimente, la restauratrice affascinante, tutto si amalgama e si completa, compresa Livia che forse aveva ragione a dire al marito che era meglio se fosse andato con lei a Rapallo.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Dipingere il futuro è come avere una visione.

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 50

In certi casi la verità, che poi è quasi sempre una verità, può far male”

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...