C-Cinque + 1 – speciale fumetto – Marco Fontanili

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, adattate questa volta in uno speciale per parlare di fumetto, per un botta risposta con l’autore, per scoprirlo, per conoscerlo, e perché no… per leggerlo!

1) Ciao. Quando hai scritto e disegnato la tua prima storia a fumetti, quale genere prediligi per le tue storie e cosa ti piace leggere, anche di non fumettistico?

Ciao! Credo che la mia prima storia risalga a 4/5 anni fa. Era un fumetto di una decina di pagine che trattava il concetto di “cambiamento”, il tutto ambientato in un ambiente post-apocalittico molto realistico (una roba tipo “The Road”, diciamo).
Adoro l’Horror, in ogni sua forma. Lo si può sfruttare sia per raccontare trame leggere e divertenti, sia per analizzare argomenti più forti. Praticamente ogni mio progetto è legato (chi più e chi meno) a questo genere, molto spesso utilizzo mostri per rappresentare sentimenti e emozioni.

2) Di tutto quanto hai pubblicato, cosa consiglieresti a chi vorrebbe leggerti e perché? Preferibilmente un titolo solo.

Domanda difficile. È un po’ come scegliere il proprio figlio preferito ahah
Probabilmente, ora come ora, consiglierei la mia ultima autoproduzione: “home”. È la storia di un soldato in guerra, che deve affrontare il viaggio più difficile della sua vita: l’ultimo. Oltre a essere un fumetto completamente muto, ho deciso di stamparlo su formato A3, in scala 1:1 con le tavole originali. Credo che questa cosa sia uno dei punti forti del progetto.

3) Consigli per chi si approcci adesso al mondo del fumetto autoriale: cosa fare e cosa non fare, secondo te.


Domanda difficile anche questa.

Mi sento sempre molto in difficoltà a dare consigli. Sicuramente, una cosa che consiglio (e che faccio anche io) è quella di sperimentare tanto. Coi generi, con le tecniche… tutto. Mai stare fermi. Altra cosa fondamentale è l’essere curiosi, non dare mai per scontato nulla finché non lo si è visto/letto/studiato.
Per il resto, credo che un autore debba scoprire da solo la propria strada.

4) Quale storia stai scrivendo/disegnando in questo periodo o, quale vorresti?

In questo periodo sto lavorando a varie storie. Sicuramente quella a cui tengo di più è una sorta di biografia sul bluesman Robert Johnson, famoso perché la leggenda narra che abbia venduto la propria anima al Diavolo per imparare a suonare la chitarra.
Sto utilizzando 6 delle sue canzoni per raccontarne alcuni stralci di vita. Si sta rivelando un progetto molto complesso, non lo nascondo, ma credo che sarà altrettanto interessante sia per chi già conosce il musicista, sia per chi lo conoscerà.

5) Quale autore, anche non necessariamente di fumetti, presente o passato, ti piacerebbe poter conoscere e cosa vorresti dirgli?

Senza esitazione, ti rispondo Peter Steele. Cantante e bassista della band “Type O Negative”. La sua persona, il suo modo di scrivere e di comporre, le sue idee… amo tutto di lui.

Vorrei semplicemente dirgli che il suo lavoro è una continua fonte di ispirazione e di aiuto. Grazie a lui mi sono sentito meno solo.

5+1) Raccontati in un racconto.

Vedo il mio riflesso nello specchio. Non mi assomiglia.
Per niente.

Quando io piango, lui ride.

Quando provo paura, lui è arrabbiato.

Quando mi sento felice, lui mi riporta coi piedi per terra.

Senza l’altro, l’uno non è nulla.

Pieni e vuoti allo stesso tempo.

Il Nulla.”

Grazie, Marco, per i consigli e per tutto quanto ci hai detto. Canestrini per i tuoi progetti futuri.

Grazie mille per l’intervista e per l’interessamento nel mio lavoro! Un saluto a tutti!

 

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...