C-Cinque + 1 – speciale libraio – Libreria Colapesce

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con chi dei libri ne ha fatto la propria vita, esponendoli, proponendoli, vendendoli e a volte spacciandoli, perché infondo la lettura è una droga!

 

1) Ciao Venera. In poche parole: quando hai iniziato e perché, cosa ti spinge a continuare e che tipo di libraio pensi di essere?

Non sono un libraio, al massimo sono un architetto. Ho iniziato 2 anni fa per caso, perché il mio caffè letterario preferito rischiava di chiudere. Quello che mi spinge a continuare è la fiducia nelle potenzialità culturali della mia terra: la Sicilia. Non so se si può parlare di una nuova tipologia di libraio ma se così fosse eccomi: sono un libraio-architetto e come tale ho una precisa visione del mio progetto e sto lavorando per portarlo a compimento.

2) Quali consigli propositivi ti senti di dare a chi vorrebbe intraprendere il tuo stesso lavoro? E cosa evitare?

I consigli che mi sento di dare sono gli stessi che darei a chi intraprende qualsiasi tipo di lavoro: la passione prima di tutto. Poi il senso del lavoro, del dovere, e del sacrificio. Eviterei al contrario di fare le cose che non piacciono.

3) Quale o quali sono stati i libri che più ti hanno appassionato e come li hai incontrati?

-“Specie di spazi” di Georges Perec: mi appartiene la concezione fragile dello spazio che va continuamente ridisegnato e riempito con un segno.

L’ho letto per caso mentre approfondivo l’autore durante il periodo degli studi universitari e ha segnato per sempre il mio modus operandi.

-“La vita delle cose” di Remo Bodei: trovo estremamente poetico il concetto di “cosa”. Dare una dignità agli oggetti non in senso materiale ma al contrario in quanto portatori di significato, trasformati dalle nostre passioni e fantasie. L’ho letto a causa della mia passione per i mercatini, per gli oggetti del passato e una tesi di dottorato in cui mi sono occupata di riciclo e riuso.

-“Cecità” di Saramago: è un ottimo promemoria per rinnovare ogni giorno il proprio sguardo e soprattutto non lasciarsi mai sopraffare dall’insidioso egoismo che è umano. Me l’ha regalato mio padre come quasi tutti i libri che ho letto.

4) Quale genere è quello più venduto nella tua libreria e quale, invece, è quello che preferisci?

Colapesce è una libreria di genere(arti visive, architettura, fotografia, cinema, etc.)Quindi per fortuna la scelta è avvenuta a priori.

5) Consiglia cinque titoli usciti nell’ultimo anno e dicci perché. Allo stesso modo, consiglia cinque classici che non dovrebbero mai mancare nella biblioteca di ogni lettore e dicci perché.

I titoli usciti sono:

Contact warhol” di Peggy Phelan, perché è una buona antologia di Warhol.

Lo spazio dei sogni “di Kristine Mckenna, perché è una biografia di Lynch scritta a quattro mani con il regista.

Bauhausmadels” di Patrick Rossler edito da Taschen, perché è una lettura al femminile del Bauhaus.

“Immagini e parole” di Ernst H. Gombrich a cura di Lucio Biasori, perché è un’intelligente raccolta di saggi dello storico dell’arte.

“Antonello Contemporaneo” di V. Sgarbi, perché è un omaggio al pittore più famoso della mia città.

I 5 classici sono:

“L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” di Benjamin, “Il disagio della civiltà” di Freud, “La nausea” di Sartre, “La tentazione di esistere” di Cioran e “Il libro dell’inquietudine” di Pessoa, perché sono i primi che mi vengono in mente.

5+1) Per te, ora, una prova da scrittore: raccontarsi in 1000 battute, tra passione e fatica, in forma di racconto.

Io? Sono solo una minuscola goccia in un oceano immenso. Ma anche una goccia può scalfire il marmo.

Grazie, Goccia, perché di simili gocce c’è bisogno per dissetare l’umanità.

Canestrini, Venera, per tutti i tuoi progetti.

Grazie Salvatore per la tua intervista è stato divertente raccontare della libreria Colapesce e raccontarsi. E soprattutto grazie per la tua ricerca del lato C delle cose.

 

 

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...