C-Cinque + 1 – Editoria – Francesca Noto

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli e Lucia Coluccia

Cinque domande + 1, adattate questa volta in uno speciale per parlare con gli addetti ai lavori del mondo dell’editoria, per scoprire cosa c’è dietro le quinte, per scoprire un mestiere che rimane in qualche modo nascosto ma che tutti vedono quando poi alla fine leggono un libro!

 

1. Ciao. Presentati in poche parole, dicci chi sei e di cosa ti occupi.

Ciao, sono Francesca Noto, romana d.o.c., classe 1977, e da una ventina d’anni mi occupo (anche) di traduzione letteraria, dall’inglese in italiano.

2. Qual è la cosa che ti piace fare di più e quella che ti piace meno del tuo lavoro?

Ammetto senza esitazioni che amo il mio lavoro e che spesso neanche lo considero tale. Mi ritengo molto fortunata a potermi svegliare la mattina con l’entusiasmo per quello che faccio. A volte non è facile, a volte non mi ritrovo davanti opere con cui riesco davvero ad avere un feeling, ma lì entra in gioco la professionalità: a prescindere dai contenuti, entrare nell’opera e realizzare il lavoro migliore possibile, sempre. La cosa che mi piace di meno? Purtroppo, non tutti sono puntuali e onesti nei pagamenti. E fa male, specialmente perché dal canto mio non ho mai sforato una consegna in vent’anni di lavoro…

3. Quanto reputi che il tuo lavoro sia apprezzato dagli scrittori e/o dagli editori?

Senza false modestie, molto. Ho ricevuto diversi complimenti, dall’editore come da vari lettori, per esempio, per le traduzioni che ho realizzato di autori come la sconvolgente e lirica Poppy Z. Brite o quel grandissimo narratore che è Clive Barker.

4. Che difficoltà incontra e che consigli daresti a chi vuole fare il tuo mestiere?

Non ci sono, credo, consigli particolari da dare: io sono arrivata a fare questo mestiere senza avere una laurea specifica, e partendo dal mio studio e lavoro personale sulla lingua. Per la traduzione letteraria, credo sia importante anche saper scrivere: non è una mera traduzione. Le difficoltà? Ci sono, specie all’inizio. Ma se si ha la forza d’animo e la pazienza di perseverare, e l’umiltà di fare gavetta (oltre che la capacità necessaria, che non può mai mancare), si può arrivare, col tempo, a grandi risultati.

5. Qual è stato il momento lavorativo di cui vai più fiero?

La traduzione di “Drawing Blood” (“Disegni di sangue”, edito in Italia da Independent Legions Publishing) di Poppy Z. Brite e del racconto “Feeders and Eaters” (“Chi nutre e chi mangia”) di Neil Gaiman.

5+1. Raccontaci (se possibile, a mo’ di racconto) un episodio particolarmente piacevole o spiacevole che hai vissuto facendo il tuo lavoro.

D’accordo, torno sempre a “Drawing Blood”, rischio di diventare monotona ma è davvero la traduzione più bella che mi sia capitata negli ultimi anni. Ebbene, ero decisamente presa dalla trama, e innamorata dei personaggi (se vi capita, leggetela: è un romanzo horror, ma io che non sono proprio una cultrice dell’horror, mostri sacri esclusi, l’ho trovata meravigliosa sotto ogni aspetto). Ma era una storia dell’orrore, e si sa, le storie dell’orrore spesso vanno a finire nel peggiore dei modi. Insomma, per farla breve, non ho resistito e sono andata a “spoilerarmi” il finale pur di non avere l’angoscia fino all’ultima pagina. Oh, no, non vi racconterò cosa ho scoperto. Come dice il Dr. Who, niente spoiler!

Grazie, Francesca. Finalmente siamo riusciti a trovarci insieme qui, per me è stato un piacere e spero che lo sia stato anche per chi ha letto sin qui. I migliori auguri per il tuo futuro. Anzi, Canestrini!

Grazie a te per la bella intervista! Mi ha fatto davvero piacere!

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli e Lucia Coluccia  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...