C-Cinque + 1 – Maria Grazia Gugliotti

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con l’autore, per scoprirlo, per conoscerlo, e perché no… per leggerlo!

1. Ciao Maria Grazia. In poche parole: da quando scrivi, cosa scrivi e cosa leggi?

Scrivo sin da quando ero una ragazzina, ho iniziato con il classico diario personale del quale ero molto gelosa e sul quale scrivevo le mie emozioni.

Scrivo soprattutto racconti.

Ho iniziato a leggere le favole della Walt Disney, divoravo Topolino e Diabolik, poi durante gli anni scolastici ho letto i meravigliosi classici nei quali m’immergevo per ore.

Oggi leggo di tutto, ma preferisco i romanzi.

2. Di tutto quanto hai scritto, cosa consiglieresti a chi vorrebbe leggerti e perché? Preferibilmente un titolo solo.

Oltre alla mia partecipazione alle numerose antologie a tema, con i racconti in cento parole a cura di Vincenza Alfano e edite dall’Erudita, sono alla mia prima pubblicazione con: “Inconfondibili tracce”, edita da (ERUDITA). Si tratta di una raccolta di 18 racconti divisi in tre tematiche: Racconti d’amore, di emozioni e umoristici. Consiglio quindi di leggerli per la simpatia che suscitano i personaggi e per le emozioni che trasmettono con le loro storie di vita.

3. Consigli per chi si approcci adesso alla scrittura: cosa fare e cosa non fare, secondo te.

Crederci!

Leggere tantissimo e di tutto;

Affidarsi a chi la scrittura la insegna veramente bene;

Non accettare mai editori a pagamento.

4 Cosa stai scrivendo in questo periodo o, cosa vorresti scrivere?

Un romanzo.

5. Quale autore, presente o passato, ti piacerebbe poter conoscere e cosa vorresti dirgli?

Vorrei conoscere a Luciano De Crescenzo al quale mi ispiro da sempre e semmai attraverso una piacevole chiacchierata a tavolino, davanti a un bollente caffè, chiedergli di raccontarmi qualche aneddoto legato alla sua vita da scrittore e anche di attore, un dietro le quinte che nessuno conosce.

5+1. Raccontati in un racconto.

Sempre vivace sin da bambina e fantasiosa in modo smisurato, spesso m’inventavo storie che disegnavo con pastelli di tutti i colori. Scrivevo disegnando emozioni… persino sulle pareti della mia cameretta, ricordo che usavo i pastelli a cera e per questa libertà d’espressione non finirò mai di ringraziare mia madre che mi ha sempre lasciata fare, senza mai strillarmi.

Crescevo e con me si alternavano anche numerosi interessi: lo sport, il tango argentino, il teatro amatoriale, il pianoforte e tanti altri ancora, solo la lettura e la scrittura sono sempre state una costante.

Oggi non ho più le treccine e la casa è stata ritinteggiata… ma la passione di scrivere ce l’ho sempre, ora però solo su fogli rigorosamente di carta!

Grazie alla simpatia con cui hai risposto alle mie domande.

Ringrazio te, Salvatore, per l’attenzione mostratami.

Ps. Il mio libro: “Inconfondibili tracce” lo si può trovare attualmente nelle librerie: Iocisto in via Cimarosa,20 Napoli e da Raffaello in via Kerbaker, 35

Lo si può comunque richiedere in tutte le librerie.

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...