C-Cinque + 1 – Francesca Gerla

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con l’autore, per scoprirlo, per conoscerlo, e perché no… per leggerlo!

1. Ciao Francesca. In poche parole: da quando scrivi, cosa scrivi e cosa leggi?

Scrivo da che ho memoria; la prima raccolta di racconti a sei anni… il primo romanzo a undici! E ho sempre letto. Scrivo e leggo di tutto, romanzi principalmente ma anche poesia. Adoro quei romanzi che ti tengono incollata alla pagina, ma che al tempo stesso si prestano a più letture, a più interpretazioni. Romanzi dalla voce identificabile, in grado di offrire una visione nuova. Poi, ogni tanto apro un saggio; poche pagine, lette senza avidità. Quando sono sovrastata dai dispiaceri, mi bastano alcune parole, gentili, infilate opportunamente, per riconciliarmi con il mondo. Mi piacciono le parole, le ammonticchio come trofei, le sospiro di notte, ci costruisco i miei orizzonti; le cavalco, finché hanno la forza di reggermi.

2. Di tutto quanto hai scritto, cosa consiglieresti a chi vorrebbe leggerti e perché?

L’ultimo romanzo edito, La gabbia (CASTELVECCHI). Narra la storia di un garagista che non esce mai dal suo garage, e che all’occorrenza si introduce di nascosto negli appartamenti dei condomini del palazzo, per succhiare la vita altrui. Spero vi coinvolga, con i tanti colpi di scena e subplot anche avventurosi; ma spero vi piaccia anche perché simbolicamente rappresenta i tormenti di tutti noi, con discesa agli inferi e ritorno… e qualche soluzione, il che non guasta.

3. Consigli per chi si approcci adesso alla scrittura: cosa fare e cosa non fare, secondo te.

Anzitutto, capire bene se si ha realmente qualcosa da dire oppure no, se la scrittura è un’urgenza o se non risponda ad altre esigenze meno lodevoli. Troppa gente oggi scrive e pubblica; direi di sfoltire. Ma chi fosse realmente mosso dal demone della scrittura, si indirizzi verso ciò che più ama e più sente di dover dire, a prescindere dal pubblico e dall’eventuale editore. Non c’è niente di peggio di una scrittura affettata finalizzata a compiacere il presunto gusto del lettore odierno; se si rispetta la propria vena e la propria predisposizione sarà tutto a vantaggio del risultato artistico.

4. Cosa stai scrivendo in questo periodo o, cosa vorresti scrivere?

Sto ultimando una commedia rosa. Vorrei fare esattamente quello che sto facendo: muovermi tra più generi, sperimentare; sperando di trovare fortuna editoriale, cosa sempre più difficile oggi.

5. Quale autore, presente o passato, ti piacerebbe poter conoscere e cosa vorresti dirgli?

Sono curiosa sulla vita delle sorelle Brontë, soprattutto Emily. Ha scritto un solo romanzo, Cime tempestose, ma dirompente e ricco di sensualità e passione; eppure era una donna che non si è mai sposata, dalla esistenza apparentemente poco avventurosa. Se potessi le chiederei: cara mia, come hai fatto a immaginare tanta vita, pur non avendone vissuta affatto?

5+1. Raccontati in un racconto – hai max 500 battute, da utilizzare in forma di racconto, con un inizio, una parte centrale e una fine, per dirci qualcosa di te.

Salve, posso avere un decaffeinato lungo macchiato?”

Perché?”

Come perché?”

Voglio dire, lungo… decaffeinato… macchiato… cosa hai fatto per meritarti una cosa del genere?”

Niente, ho la gola secca, volevo una bevanda calda ma senza caffeina”.

Capisco… tipo medicina insomma”.

Consumo il caffè.

Allora? Era buono?”

Sì”.

Ah meno male… stavo con il pensiero. Sai, mi sentivo in colpa per averti propinato questa schifezza. Contenta tu”.

Sorrido, pago e vado via.

La coccola elargita dal barista sconosciuto mi accompagna per tutta la giornata, riempendosi di dettagli, ipotesi e contenuti. Devo correre e scriverla, il prima possibile…

Grazie, Francesca. Il raccontino finale è una piccola perla di umorismo e vita.

Grazie a te per questa bella intervista! Ne ho gustato ogni domanda.

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...