Delitto a capo Santa Chiara – Maria Teresa Valle

C-BookLe recensioni (270)

DELITTO A CAPO SANTA CHIARA

Maria Teresa Valle

(Fratelli Frilli)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

L’assassinio della contessa Miriam Belfiore Frugoni il 12 aprile del 1932 sembra avere un colpevole di comodo, ma al commissario Damiano Flexi Gerardi quell’indiziato sembra solo una scusa come in quei copioni “dei peggiori polpettoni gialli del cinema e della letteratura di infima qualità”, un dubbio legittimo per lui che è un uomo meticoloso, attento, forse troppo. Meno atteno invece sembra esserlo nello scegliere le persone con le quali parlare, con le quali indagare, persone importanti, che non tollerano le domande di un semplice commissario, e le scambiano per offensive insinuazioni. Ma un caso apparentemente risolto può diventare un cold case, uno di quelli che rimangono latenti per anni, fino a quando la curiosità di Maria Viani, biologa con la passione sfrenata per gli assassinii, ne viene a conoscenza. Quale mistero si nasconde dietro quella bellissima villa abbandonata in stile Coppedé? Caso vuole che una parente del marito sia proprio la ragazza che all’epoca scoprì il cadavere della contessa. Una coincidenza irresistibile per Maria, che quando c’è di mezzo il morto non riesce a fare a meno d’indagare. In una narrazione dallo stile semplice, Maria Teresa Valle ci accompagna in una storia narrata a cavallo di due archi temporali, facendo scoprire gradualmente come sono andate le cose, fino al colpo di scena finale, come nei migliori gialli!

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Intrigante, coinvolgente, piacevolmente giallo

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 65

Quale era il suo dovere? Obbedire a chi stava più in alto di lui, con responsabilità ben maggiori delle sue, o seguire quello che il suo senso di giustizia gli suggeriva…?”

Tratto da pag. 76

Gli uomini sono fatti così, Non lo fanno per cattiveria. Noi donne siamo fatte per dare la vita, loro per dare la morte, Loro, con le loro stupide guerre.”

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...