C-Cinque + 1 – Donatella Schisa

CCinque + 1 le cinque domande +1 di Salvatore Stefanelli

Cinque domande + 1, sempre le stesse, per un botta risposta con l’autore, per scoprirlo, per conoscerlo, e perché no… per leggerlo!

1. Ciao Donatella. In poche parole: da quando scrivi, cosa scrivi e cosa leggi?

Scrivo da quando ho imparato a farlo. Da piccola, non appena ho avuto padronanza degli strumenti, e cioè di penna e foglio. Ho iniziato con la poesia, piccoli componimenti in rima, che per fortuna ho abbandonato presto, intuendo che nulla di memorabile avrei lasciato ai posteri e avvertendo una maggiore consonanza e maggiori possibilità espressive nella prosa. Scrivo narrativa, racconti e romanzi. E leggo, per lo più, narrativa. Italiana e straniera, senza troppe preclusioni, che non siano quelle cromatiche. Nel senso che non amo le sfumature di genere, il rosa, il giallo, il nero è così via. Certo, poi esistono le eccezioni. Poche, ma esistono.

2. Di tutto quanto hai scritto, cosa consiglieresti a chi vorrebbe leggerti e perché?

Consiglio il mio romanzo “Il posto giusto” uscito per L’Erudita di Giulio Perrone nel marzo dell’anno scorso. Libro acquistabile, per chi fosse interessato, su Amazon, e vincitore di una Menzione d’Onore al Premio Internazionale Megaris e di una Menzione di Merito al Premio Quasimodo.

3. Consigli per chi si approcci adesso alla scrittura: cosa fare e cosa non fare, secondo te.

Non amo dare consigli. I consigli sono fatti per non essere accettati, per cui finiscono per rivelarsi inutili. Ma, se proprio devo, consiglierei a chi inizia di non guardare agli altri. Di ascoltare solo la propria voce personale e di mettere quella su carta. In un mondo in cui scrivere pare sia diventato di moda, sono fin troppi quelli che non hanno nulla da dire, che sono sostanzialmente privi di una voce originale e seguono le tendenze. Secondo me, scrivere è un’urgenza e, quando lo si fa con verità e onestà, il lettore, a mio avviso, se ne accorge. È quello che fa la differenza.

4. Cosa stai scrivendo in questo periodo o, cosa vorresti scrivere?

Ho appena terminato un lavoro, ma non posso dire di più. E vado a cominciarne, o meglio, a riprenderne un altro interrotto tempo addietro.

5. Quale autore, presente o passato, ti piacerebbe poter conoscere e cosa vorresti dirgli?

Rispondere a domande del genere è davvero difficile.

Come si fa a scegliere? Ma, dovendo proprio farlo, sceglierei Jane Austen e le chiederei com’era scrivere per una donna nel secolo in cui è vissuta. Secolo nel quale alle donne era consentito né più né meno che il matrimonio, unica opportunità di stare al mondo.

5+1. Raccontati in un racconto – hai max 500 battute, da utilizzare in forma di racconto, con un inizio, una parte centrale e una fine, per dirci qualcosa di te.

Donatella Schisa è una ragazza del secolo scorso con la passione per la scrittura. Ma a diciotto anni escluse la facoltà di lettere dal novero delle possibilità: troppi insegnanti in famiglia, troppe ore sui libri del liceo classico. Così, dopo aver ottenuto un rifiuto da sua madre alla richiesta di potersi iscrivere alla Facoltà di giornalismo di Urbino, scelse Giurisprudenza, che non c’entrava granché, ma lasciava aperte molte strade. Sua madre le aveva detto che, se avesse davvero voluto scrivere, ci sarebbe riuscita comunque. Col tempo, diventata avvocato, abbandonò i suoi sogni, ma non la sua antica passione e continuò a scrivere. Per se stessa, tenendo tutto in un cassetto. Ma un giorno quel cassetto si aprì, qualcuno lesse i suoi racconti e questi cominciarono a essere pubblicati. Su riviste on line, su quotidiani, in diverse antologie. Uno vinse un premio e allora Donatella si fece coraggio, inviò un manoscritto in casa editrice. Piacque e fu pubblicato il 15 maggio del 2017. Aveva ragione sua madre: se davvero avesse voluto scrivere, ci sarebbe riuscita. Perché le passioni, quelle vere, non ti abbandonano mai.

Grazie, Donatella!

Prego, non c’è di che!

cc  CSide Writer – Salvatore Stefanelli  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...