6 C-Cento Ricette – Polenta ai funghi

CCento ricette da gustare in un libro… e non solo

Piatti gustosi, intriganti, golosi, che arrivano direttamente dalle pagine dei libri, per scoprire cosa mangiano i personaggi nati dalle penne degli scrittori. Perché anche se sono fatti di carta e inchiostro, non vivono di solo amore. Un modo per dire che oltre alla fantasia bisogna anche alimentare il corpo, e noi lo facciamo alla maniera del Lato C.

ricetta nr. 6

POLENTA AI FUNGHI

(su segnalazione di Floriana Grandini)

Tratta dal libro

Misteri e manicaretti dell’appennino bolognese – Fabrizio Carollo (Edizioni del Loggione)

Il lato A (Il piatto finito)

   

Il lato B (gli ingredienti)

2 litri di acqua

200 gr. di farina polenta bramata

– 180 gr. di farina polenta fioretto

– 20 gr. di sale grosso

– 500 gr. di funghi trifolati

Il lato C (la preparazione)

Ricetta dello chef Riccardo Facchini

Preparare la polenta non è difficile ed è uno di quei piatti che attraversa tutto lo stivale italico. Nutrimento prezioso, ha sfamato innumerevoli persone nel corso dei secoli. Per preparare una buona polenta mi affido alle cure della zia Tranquilla, che mi ha insegnato il metodo per ottenere la polenta perfetta. Per prima cosa versiamo l’acqua all’interno del paiolo di rame non stagnato, in alternativa potrete utilizzare una casseruola di acciaio. Portate a bollore l’acqua, aggiungete il sale e nel frattempo unite le due farine – bramata e fioretto – all’interno di una ciotola. Con l’aiuto di una frusta iniziate a versare la farina nell’acqua bollente poco alla volta, facendo attenzione a non creare grumi. Continuate a mescolare sino alla ripresa del bollore con un cucchiaio di legno, abbassate la fiamma e continuate a cuocere mescolando di tanto in tanto per almeno quaranta minuti. Il segreto per la riuscita di una buona polenta è la fiamma bassa, l’ebollizione deve essere appena percepibile. Un altro trucco è quello di mescolarla il meno possibile; in questo modo si formerà una pellicola sul fondo del paiolo che addolcirà la potenza del fuoco, mantenendo una temperatura più regolare. Sicuramente vi chiederete come fare per eliminare la pellicola dal fondo del tegame… nessun problema, lasciatelo in ammollo per un’oretta con acqua fredda e si staccherà da solo senza nessuno sforzo. Una volta che la polenta sarà cotta, versatela su di una spianatoia di legno e con l’aiuto di un filo di cotone tagliatene dei tranci, impattateli con accanto una cucchiaiata abbondante di funghi trifolati.

Dopo il lato C (il commento di CSide Writer)

Polenta e funghi, è un piatto trasversale della tradizione culinaria italiana, un piatto nato povero, ma ricco di ricordi, un piatto che scalda il cuore nella sua semplicità su cui si potrebbe dire molto, ma che ci limitiamo a immaginare davanti a un fuoco scoppiettante. Un segreto della mia nonna per rimuovere la pellicola dal fondo del tegame senza buttarla, è quello di lasciare il tegame in una parte in cui il fuoco è molto basso, lasciando che si secchi senza bruciarsi. Una volta seccata, la pellicola si staccherà a scaglie come delle chips di mais.

Oltre il lato C (il commento dell’autore – Fabrizio Carollo)

Una ricetta che, nel mio racconto richiama l’affetto e la sensazione di casa, nel piccolo e coraggioso protagonista della vicenda. Una ricetta semplice eppure deliziosa, come gli abitanti del piccolo borgo, costretti ad affrontare la follia e la violenza nazista. E’ stata una bella esperienza, per me come scrittore, ambientare questo racconto nei luoghi che amo tanto e che ormai considero come casa mia.

SCARICA LA RICETTA IN FORMATO .pdf : 6 Polenta e funghi

Riepilogo delle ricette pubblicate:

Ricetta nr. Nome Ricetta Libro da cui è tratta Autore Commento
1 Tortelletti al cappone Il cuoco dell’Inferno Andrea Biscaro Tortelletti cucinati alla maniera antica
2 Spaghetti all’assassina Spaghetti all’assassina Gabriella Genisi Spaghetti piccanti e assassini
3 Minestrone alla genovese Il conto da pagare Maria Teresa Valle Minestrone di verdure… e pesto
4 Filetti di cernia in crosta di patate Doppia indagine Marzia Musneci Filetti di cernia gustosi e croccanti
5 Sugo di funghi porcini con polenta La morte torna a settembre Maria Teresa Valle Sugo sublime di funghi porcini
6 Polenta con funghi Misteri e Manicaretti dell’appennino bolognese Fabrizio Carollo Tradizione e gusto

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...