C-Incontri – le interviste – Eva Clesis

C-Incontri  Le interviste (112)

Oggi su CSide Writer torna a trovarci Eva Clesis, ci sediamo con lei per chiacchierare del suo libro “Guardrail” (Las Vegas Edizioni) ma anche di scrittura, di vita, di ragazze, di viaggi… e come sempre anche di Lato C.

CSW: Ciao Eva bentornata su CSide Writer, mentre ti accomodi nel nostro salotto virtuale posso offriti qualcosa da bere?

EC: Grazie Marco: sono dipendente dal caffè, quindi un caffè lo sorseggio sempre volentieri.

CSW: La storia di Alice che tu racconti in “Guardrail” (Las Vegas Edizioni), viene riproposta dal tuo editore a distanza di qualche anno in occasione di un traguardo importante per la casa editrice. Quale sensazione hai provato nel veder tornare in libreria una tua storia, un tuo personaggio?

EC: Sono stata contenta sia dell’iniziativa dell’editore, Andrea Malabaila – che forse essendo anche scrittore ha una sensibilità diversa nei confronti dei libri, non solo come prodotti da vendere, ma come storie che vivono – sia del fatto che per me è una prima volta. Che un mio libro venisse rivalutato per una nuova edizione a distanza di tanto tempo non mi era mai capitato. Inoltre anche in passato la Las Vegas ha dimostrato di tenere ai suoi autori in più di un’occasione, riproponendo i titoli in ebook, coinvolgendoli in varie iniziative. Guardrail è come se non fosse mai passato sotto silenzio in questi dieci anni.

CSW: Alice è una ragazzina a cui la vita cerca in tutti i modi di metterle i bastoni fra le ruote. Ci racconti com’è nata l’idea per questa storia?

EC: Un pomeriggio di vacanza in Sicilia. A un tratto mi sono tornate alla memoria quelle volte in cui con le mie coetanee facevamo l’autostop per tornare a casa dal liceo, perché avevamo perso l’ultimo autobus. Io abitavo come loro in un paese, e il liceo era in un altro paese. Così facevamo l’autostop. Non è mai capitato nulla di brutto, tranne forse quando abbiamo viaggiato in cinque a bordo di un metronotte, con la compagnia di un cane da guardia, ma… e se le cose fossero andate diversamente? Se avessimo fatto l’incontro sbagliato? Avevamo l’ingenuità della giovinezza. Ho pensato a una ragazza che ha invece perso la sua leggerezza in circostanze avverse, e a un viaggio per tornare a casa che si rivela un’impresa disperata.

CSW: Alice scappa, Alice è una ribelle, ma allo stesso tempo è dotata di un’ingenuità a tratti spiazzante. Quanto sono ingenui secondo te i coetanei di Alice al giorno d’oggi?

EC: Gli adolescenti sono delle “spugne” oggi come ieri. Nonostante ormai ogni informazione sia accessibile e sembra che abbiano tutto, sono ancora in cerca di una guida e vogliono capire le cose. Per questo la formazione, l’educazione che ricevono, l’ambiente in cui vivono secondo me sono fondamentali. Non solo per crescere, ma per mantenere nella vita quello sguardo nuovo, quella fiducia che forse è anche ingenuità, ma è soprattutto una spinta a partecipare del mondo.

CSW: Alice vive per inseguire un sogno, e ci si dedica con caparbietà. Ma nel libro altri suoi coetanei vivono di leggerezze e futilità. Quanta capacità di sognare e d’inseguire i propri sogni c’è secondo te nei ragazzi di oggi?

EC: Viviamo un momento difficile che penso influisca sulla loro capacità di credere nei loro sogni e in loro stessi. La generazione dei miei genitori aveva l’impellenza di fare stare i figli nel benessere che non aveva avuto, ma d’altra parte era ancora un benessere alla portata di tutti, semplice. La casa, le prospettive di studio, il lavoro. Adesso siamo circondati da un malessere e un malcontento diffuso che ha creato una situazione da tutti contro tutti altamente manipolabile. Difficile che un ragazzo non se ne accorga, e questo può renderlo cinico anzitempo, fargli pensare di essere senza futuro e di non avere potere.

CSW: Questo è il momento in cui di solito chiedo ai nostri ospiti quale potrebbe essere secondo loro il lato C della scrittura, ma visto che ha te l’ho già chiesto rielaboro la domanda. Quale potrebbe essere secondo te il Lato C dei sogni?

EC: Quello in cui riesci a sognare anche dopo una brutta caduta.

CSW: Riproporre un libro lo trovo una scelta editoriale allo stesso tempo coraggiosa e interessante, a me ad esempio ha concesso l’occasione giusta per leggerlo. In termini di tempo, secondo te, i libri hanno un loro periodo di vita, una sorta di data di scadenza? Oppure rivivono da capo ogni volta che un lettore ne sfoglia le pagine?

EC: Vorrei dirti che rivivono, anzi, che vivono sempre indipendentemente da chi li legge. Che hanno una vita sotterranea, che sono storia tra le storie. Ma la realtà è che il mercato editoriale di oggi è più proteso nell’offrire sempre qualcosa di diverso, nel timore di perdere i suoi pochi lettori. Timore che si avvera quando le proposte non sono davvero nuove, ma seguono le mode.

CSW: Abbiamo parlato di libri del passato che tornano. Ma quale sarà il tuo prossimo progetto letterario per il futuro?

EC: Il prossimo anno esco con due romanzi. Uno per la Las Vegas edizioni, di modo da festeggiare con loro dieci anni dall’uscita del mio primo romanzo, rimettendomi in gioco con una nuova storia, comica, surreale e romantica allo stesso tempo. L’altro è un romanzo breve ma maturo, una narrazione sperimentale per me, che affronta il corpo e l’abbandono, e che uscirà credo dopo la seconda metà dell’anno. Insomma, un 2018 pieno dopo 4 anni di silenzio editoriale.

CSW: Grazie per essere stata con noi a bordo di questa uno bianca assieme ad Alice e al suo coltellino svizzero. Prima di lasciarci ci regali un C-saluto?

EC: CentociaoconcinqueC!

 

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...