La belva del mare – Salvatore Stefanelli

C-BookLe recensioni (197)

LA BELVA DEL MARE

Salvatore Stefanelli

(delos)

Il lato A (la copertina)

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Nel modo di scrivere di Salvatore Stefanelli c’è un retrogusto poetico. Il ritmo narrativo contribuisce a questa sensazione e a far crescere in maniera graduale l’empatia con l’ambientazione, i personaggi e la storia. E questa gradualità diventa un pregio che si apprezza in maniera particolare quando la vicenda parla di belle donne uccise in maniera efferata. Un taglio netto alla gola, il cadavere allineato sulla spiaggia, un fiore di passiflora adagiato sulla vittima. Un’indagine condotta dal maresciallo Giorgio Riberti che ha un conto aperto con l’assassino, con quello che chiamano la belva del mare. Un conto che non riesce a chiudere perché nonostante la belva continui a uccidere, sembra essere sempre un passo davanti a lui. Un thriller d’indagine dove il colpevole potrebbe essere chiunque, ma anche una storia di sentimenti repressi, di sofferenza, di rapporti uccisi con quel primo omicidio che la belva del mare ha voluto commettere.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Un killer seriale che uccide donne e sentimenti

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 37

Quante donne con le stesse caratteristiche possono mai esistere nel mondo?”

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...