C-Incontri – le interviste – Laura Marsadri

C-Incontri  Le interviste (89)

Oggi su CSide Writer abbiamo il piacere di ospitare Laura Marsadri, cuore pulsante e grande trascinatrice del Festival Giallo Garda. Ci sediamo con lei a chiacchierare di libri e di eventi per scoprire assieme le novità per il 2017 e anche per scoprire come sarà coinvolto il lato C.

laura-marsadri  logo-festival-giallo-garda

CSW: Ciao Laura che bello averti qui, mentre ti accomodi sul divano virtuale di CSide Writer, ben sapendo che hai pure una cantina vinicola, posso offriti qualcosa da bere?

LM: Buon pomeriggio CSide Writer. Visto che sono le 17 direi di assaporare un Garda Chiaretto accompagnato da crostini con olio di oliva extra-vergine del Garda.

CSW: É al via la nuova stagione per il Festival Giallo Garda, quest’anno ad accompagnare il Festival ci sarà una nuova madrina e con lei molti autori, libri ed eventi. Riesci in qualche modo a darci un assaggio di cosa ci aspetta, e magari anche le coordinate web per andare a sbirciare un po’?

LM: La madrina di Giallo Garda 2017 è la giovane scrittrice Alessia Gazzola, con la protagonista della serie dei suoi romanzi: Alice Allievi. Il 26 febbraio taglierà il nastro della terza edizione dando il via ad una serie di eventi. Avremo Margherita Oggero, Premio Bancarella 2016, Elena Mearini, Carlo Lucarelli, e tanti altri che saranno una piacevole scoperta per il nostro pubblico.

Sul sito www.festivalgiallogarda.it trovate tutti gli ospiti e le date.

CSW: Il Festival prevede molti eventi e molte collaborazioni, non ultima quella con il lato C di CSide Writer che ci vede partecipi nelle presentazioni di Riva del Garda. Vuoi dire tu chi ci sarà e quando?

LM: Davvero grazie a lato C di CSide Writer si è aperta un’importante collaborazione con la Biblioteca di Riva del Garda. Ora le date sono tre, ma potrebbero aumentare con qualche evento speciale. Lunedì 6 marzo arriva Margherita Oggero, venerdì 28 aprile ospiteremo Matteo Strukul e domenica 6 agosto un evento in doppia lingua italiano-tedesco con gli scrittori Giada Trebeschi e la coppia del giallo Lisa Graf-Riemann e Ottmar Neuburger. I luoghi delle presentazioni ci porteranno a scoprire i gioielli della città di Riva del Garda.

CSW: Assieme alle collaborazioni e alle molte persone coinvolte, quest’anno sono arrivati importanti patrocini. Secondo te sono un valore aggiunto, un riconoscimento dovuto o tutte e due le cose? E cosa cambieranno?

LM: Sicuramente sono un valore aggiunto. Dopo due anni di lavoro i patrocini di Regione Lombardia, Regione del Veneto e Provincia di Trento riconoscono da un lato l’identità del Festival Giallo Garda come collante di territori diversi, ma capaci di sinergie e d’altro lato sostengono e condividono la serietà del Premio Letterario.

CSW: Ricordo che nella cerimonia di premiazione del primo Festival, Paolo Roversi disse che bisognava tenere duro perché dopo la prima edizione l’entusiasmo tende a venir meno. A me pare che teniate duro (e noi con voi) alla grande e che l’entusiasmo sia vivido più che mai. Facendo una sorta di bilancio sono più i sacrifici o le soddisfazioni?

LM: Senza dubbio il bilancio è positivo, le soddisfazioni sono sempre maggiori e questo grazie alla capacità del comitato di allargare ai sostenitori e renderli piacevolmente inseriti nel contesto organizzativo. Direi che siamo una buona squadra e nel nostro piccolo cerchiamo di non fare molto, ma di farlo bene.

CSW: La forza del Festival, oltre alla tua energia dirompente, è sicuramente la condivisione. Ci sono stati importanti “gemellaggi” quest’anno. Quali novità porteranno?

LM: L’idea di organizzare le lezioni sul Giallo, a cura del Magistrato Dott. Carlo Zaza, sta avendo un grande successo, come pure il Gemellaggio con Urbinoir che sarà ospite di Giallo Garda nella giornata della Premiazione 2017 con un incontro specifico per gli scrittori.

La collaborazione con Officine Wort di Imola permetterà al Premio FGG di coadiuvare il direttivo durante l’evento Turno di Notte, una notte per scrivere un racconto, ed essere sede staccata di questo evento che ha visto lo scorso anno ben 126 scrittori cimentarsi in questa prova. Per saperne di più potete consultare il sito www.officinewort.it

Giallo Garda è disponibile per organizzare eventi in collaborazione con enti o privati che amano la letteratura gialla nel suo complesso e le richieste posso essere inoltrare via mail a eventi@festivalgiallogarda.it

CSW: Questo è il momento della domanda di CSide Writer, che finalmente riesco fare anche a te. Quale potrebbe essere secondo te il lato C della scrittura?

LM: Ti sembrerà poco corretto, ma ritengo sia il lettore il lato C della scrittura.

Il lettore come individuo nel suo complesso e non come semplice “acquirente di fogli di carta stampata”. Auspico che scrittori e case editrici sappiano costruire una piattaforma su cui le tre identità possano dialogare e insieme migliorare il livello culturale del nostro paese.

I Festival in generale sono strumento da utilizzare per raggiungere l’obbiettivo, senza ombra di dubbio.

CSW: Dicevamo prima che hai una cantina vinicola e però sei anche la titolare della libreria Bacco, che è la vetrina fisica del Festival. Qual’è il connubio fra libri e vino?

LM: Basta la sola frase dipinta sulla pareti del nostro wine-shop e libreria “il vino è come un libro racchiude un’emozione” per farti capire quanto sia piacevole questo connubio. Tanta passione, unita all’esperienza e specializzazione, serve per ottenere un buon vino e altrettanta per scrivere un buon romanzo.

Stappando e sfogliando liberiamo una gamma di emozioni che, se sappiamo coglierle, allietano il nostro vivere quotidiano.

CSW: Esiste un progetto per il futuro del Festival, qualcosa che vorresti realizzare ma che non hai ancora svelato?

LM: Personalmente amerei nel prossimo calendario la presenza di un giallista straniero, ma la cosa su cui il Comitato si impegnerà maggiormente sarà quella di ampliare la collaborazione con le scuole. Alcuni autori, grazie alla sinergia con il Sistema Bibliotecario Bresciano Nord -Est, sono già stati ospiti di plessi scolastici.

Gli studenti si sono dimostrati molto recettivi e abbiamo nuove richieste da parte degli insegnati. L’incontro-lezione con lo scrittore piace ai ragazzi e riteniamo sia un modo semplice ed economico per invogliarli alla lettura.

CSW: Grazie per essere stata con noi con una ventata di giallo. In attesa di rivederci ci regali un C-saluto?

LM: Grazie a te.

Per gli amici di CSide Writer in alto i calici. Cin Cin e …attenti alle spalle!

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...