Orfani bianchi – Antonio Manzini

C-BookLe recensioni (170)

ORFANI BIANCHI

Antonio Manzini

(Chiarelettere)

Il lato A (la copertina)

orfani-bianchi

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Un libro che da una visione diretta sul mondo degli immigrati, quelli che vengono in Italia a cercare un’esistenza diversa attraverso il lavoro, quelli che sacrificano la loro esistenza per le famiglie che lasciano nel paese da dove provengono. Raccontata in prima persona da una badante Moldava, la storia non è per nulla scontata. Scritta con sapiente equilibrio, creando empatia con i personaggi e con la loro storia. Un libro che fa pensare ma che fa anche arrabbiare, che fa sperare, amare, odiare, e gioire per i piccoli traguardi. Ma è sopratutto un libro che nel suo modo garbato di raccontare una storia, non fa sconti a nessuno, racconta i fatti per quello che sono, belli o brutti che possano apparire.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Si può soffrire per amore di un figlio fino a farlo diventare l’unica ragione di vita.

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 82

Era convinta che quei luoghi fossero in bianco e nero solo nei suoi ricordi. Invece era così anche nella realtà.”

Tratto da pag. 151

Tutta la vita è una truffa, non lo sapevi?”

Tratto da pag. 246

La fame te lo toglie, l’orgoglio. E ti toglie l’amor proprio, e la dignità.”

Tratto da pag. 370

La disperazione la puoi giudicare solo se non ti coinvolge. Altrimenti è uguale per tutti.”

cc CSide Writer – Marco Ischia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...