L’età delle certezze fragili – Giorgia Primavera

C-BookLe recensioni (152)

 

L’ETÀ DELLE CERTEZZE FRAGILI

Giorgia Primavera

(Edizioni Clandestine)

Il lato A (la copertina)

certezze-fragili

Il lato B (la storia, i protagonisti)

In L’età delle certezze fragili Giorgia Primavera affronta un tema difficile e particolare, che a volte viene vissuto addirittura come un incubo, comune a tutte le donne: quello della menopausa. Pagina dopo pagina, emergono paure e difficoltà della protagonista, Viola, che ci viene presentata durante una rimpatriata con gli ex compagni di scuola. Già in quest’occasione, Viola comincia a fare i conti con quelli che sono i piccoli, a volte imbarazzanti, tradimenti del suo corpo. A questo si somma la fine della storia con Ernesto, ormai giunta al capolinea; il difficile rapporto con la figlia, Rachele, che da un lato è il porto in cui si rifugia l’amore materno, dall’altro rappresenta il feroce, a volte implacabile egoismo della giovinezza, dei figli; e infine il possibile, nuovo rapporto con Aidan, cominciato in rete ma destinato, forse, a trasformarsi in qualcosa di più.

La menopausa rappresenta la fine di una fase della vita, ma non solo; non è solo un termine, un capolinea, ma una stazione che assume i contorni di una nuova consapevolezza, di un nuovo inizio, libero da qualsiasi rassegnazione e forte di una speranza, di un imperativo: nessuna resa.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Quando una coppia uomo-donna si forma, l’accoppiamento avviene per un incastro non congeniale di due biologie diverse, quella femminile e quella maschile. Non c’è intesa: c’è incontro.” (Matteo Pacini, psichiatra).

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Se i giovani non sanno ancora che le amicizie adolescenziali non dureranno per sempre, perché ritengono in-violabile quel patto di sangue pronto invece a sciogliersi al primo raggio d’amore, i più vecchi credono di potere contare su un parco macchine amicali ormai rodato. Ed è questo l’errore più frequente, quello che i più commettono nell’epoca delle certezze fragili, giacché è la stagione in cui la vita ci sfila via dall’orticello tutto ciò che avevamo seminato con cura, privandoci della garanzia che resista fino al tempo della mietitura”.

cc CSide Writer – Diego Di Dio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...