C-Incontri – le interviste – Gianluca Morozzi

C-Incontri  Le interviste (71)

festival gg Riva

Oggi su CSide Writer, incontriamo lo scrittore Gianluca Morozzi, dopo aver avuto l’onore e il piacere di presentarlo in una serata legata al Festival Giallo Garda, dopo averlo accompagnato per le strade di Riva del Garda e aver passato assieme un pomeriggio di chiacchiere e di libri, ci sediamo con lui nel salotto virtuale di CSide Writer per continuare quella piacevole chiacchierata e svelarvi i segreti del suo libro “L’uomo liscio”.

CSW: Ciao Gianluca, benvenuto su CSide Writer, mentre ci sediamo sull’accogliente divano del blog con il sottofondo di una musica preparata su consiglio di un certo zio Bon Jovi, posso offriti qualcosa da bere dal nostro fornitissimo bar virtuale?

GM: Per usare un’espressione abusata: nevicherà all’inferno prima che io dica “no, grazie” a qualcuno che mi offre da bere.

CSW: Del tuo libro “L’uomo liscio” (Pendragon), abbiamo già parlato a lungo, ma per chi non era con noi, ci riassumi com’è nata l’idea per questa storia?

GM: Dovevo scrivere un racconto per un’antologia dedicata alle fobie, e ne ho trovata una un po’ particolare: la fobia del pene che si rimpicciolisce poco a poco fino a rientrare nel corpo. Mi sembrava bellissima, e l’ho fatta accadere veramente al mio protagonista.

CSW: Ironia e trasgressione sono due degli ingredienti che caratterizzano le vicende che accompagnano Larry Lancia. Quanto conta l’equilibrio di elementi come questi nel raccontare storie come quella di Larry?

GM: Non sono uno scrittore erotico, e non sono bravo a rendere dei momenti hot in maniera seriosa e drammatica. Però raccontare di un incontro sessuale tra una fan e un fumettista ben deciso a non farle capire di aver perso il pene, o un momento di sesso orale eseguito secondo le istruzioni di un libro di Bukowski, ecco, è un bel modo di coniugare le due cose.

SW: Oltre che scrittore sei anche musicista, e alla musica è ritagliato un ruolo ben preciso nel tuo libro. Qual è, se esiste, il punto di unione fra musica e scrittura?

GM: Sì, ci sono le compilation che accompagnano i capitoli ambientati nel passato. Il punto d’unione esiste quando si usa la musica come elemento della narrazione, o ci si fa ispirare da un’atmosfera musicale nella fase di scrittura, oppure, come ho fatto io (in altri romanzi), ci si inventa una provenienza sovrannaturale delle melodie…

CSW: Questa è la domanda canonica che propongo a tutti i nostri ospiti. Quale potrebbe essere secondo te il lato C della scrittura?

GM: Smetterla di C-ompatirsi perché siamo italiani e non di Falls Neck o di Birmingham, e C-ominciare a scrivere senza scimmiottare gli stranieri.

CSW: Io ho avuto il piacere di presentarti all’interno di una serata promossa dal Festival Giallo Garda. Cosa ne pensi in generale dei festival letterari e dei premi letterari annessi?

GM: Li amo molto. Per noi autori è un modo di incontrare altri scrittori, e magari un pubblico che non è lì per te ma per un altro, ma che magari in quell’occasione ti conoscerà.

CSW: Il tuo libro è pubblicato nella collana Glam di Pendragon, della quale sei curatore assieme ad Alessandro Berselli. Cosa dovrebbe sapere un autore prima di pensare di proporre un suo scritto?

GM: Che non vogliamo cloni di qualcosa che già esiste, scritture derivative e troppo di genere. Per il resto, siamo aperti.

CSW: “L’uomo liscio” è dichiaratamente un libro che avrà un seguito. Nell’attesa di reincontrarne i personaggi ci anticipi il tuo prossimo progetto letterario?

GM: Ho un romanzo già consegnato a Guanda, un giallo con qualche risvolto comico (un Hap e Leonard alla bolognese, diciamo). Ma prima ci sarà un piccolo seguito di Despero, in occasione del quindicennale dell’uscita di quel mio primo romanzo.

CSW: Grazie per essere stato con noi in questa piacevole chiacchierata. Mentre cambio lato alla cassetta ci regali un C-saluto?

GM: C-iao!

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...