Nero d’Ansonaco – Andrea Biscaro

C-BookLe recensioni (126)

 

Nero d’Ansonaco

Andrea Biscaro

Il lato A (la copertina)

NERO D'ANSONACO cop

Il lato B (la storia, i protagonisti)

A distanza di un anno torna il seguito di “Sangue d’Ansonaco”, e se qualcuno ha ancora qualche dubbio per le sue vacanze estive, l’isola del Giglio potrebbe essere una buona meta, quantomeno per gustarne l’aroma. Ma è solo una particolare selezione di quel vino autoctono che vi consentirà di conoscere il mondo di Ariondo Bontan. Avevamo lascito il protagonista Antonio Brando, alla mercé dello zio versione demoniaca cinghialesca. E proprio così lo ritroviamo inebriato dall’Ansonaco, vino portentoso, capace di risvegliare capacità inaspettate, capace di far varcare la soglia del reale per catapultare chi lo beve nel mondo del magnifico… o forse del terrificante. Fra deliri e allucinazioni, fra bevute in compagnia di personaggi più o meno sgradevoli, Antonio verrà raggiunto dalla sua agente letteraria che da troppo tempo non ha più notizie di lui. Valentina, scenderà i meandri dell’impossibile assieme al suo amico scrittore, perché quando provi quell’Ansonaco particolare tutto cambia.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Ho una terribile sete d’Ansonaco!

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto da pag. 93

Per tutte le botti del mondo, questo vino è il paradiso!”

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...