38 L’abbazia dei cento peccati

C-BookLe recensioni (38)

 

L’ABBAZIA DEI CENTO PECCATI

Marcello Simoni

(Newton Compton)

Il lato A (la copertina)

abbazia-cento-peccati

Il lato B (la storia, i protagonisti)

Era un po’ di tempo che avevo comperato questo libro, ed era un po’ di tempo che non leggevo Marcello Simoni. Ora ho capito perché. Leggere Marcello Simoni crea dipendenza. La sua maniera di raccontare le storie della storia, è una qualità che non s’impara, che non si studia sui libri. O ce l’hai o non ce l’hai… e lui ce l’ha. La fiction è caratterizzata da un filo conduttore intrigante, come tutte le storie che hanno come scopo quello di svelare un mistero. Ma la differenza sta nel creare quell’alone di suspance mantenendo la credibilità dei riferimenti storici, dei personaggi, dei luoghi. E’ si perché quando Simoni descrive un luogo, un edificio, una città, un affresco, è come se ti prendesse per mano e ti portasse con se in quel luogo, in quello edificio, davanti a quell’affresco. Ma se traspare la sua profonda conoscenza della storia, non sconfina mai nel trattato, anzi accresce la credibilità della finzione fornendo al contempo un solido supporto alla qualità di ciò che scrive. Un accenno non può mancare ai personaggi, da Maynard a sua sorella Eudeline, dal giovane Gualtiero alla enigmatica Isabeau, dal Cardinale misterioso alle sue vittime, tutto è pennellato di umori, sentimenti, rabbie, gioie, amori e passioni che rendono i personaggi vividi alimentando empatie e antipatie.

Il lato C (il pensiero di CSide Writer)

Parlando di cento peccati, l’unico peccato è che il libro termina in fretta e bisogna aspettare per vedere come andrà a finire.

Dopo il lato C (una citazione, una frase)

Tratto dal capitolo 8

“La vita riserva prove per cui un uomo, benché ansioso di affrontarle, non saprà mai dimostrarsi all’altezza.”

 Tratto dal capitolo 18

“Ma talvolta sapersi frenare davanti al pericolo era segno di grande audacia”

 

cc CSide Writer – Marco Ischia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...